Italia-Francia, Macron invita Mattarella

Italia-Francia, Macron invita Mattarella
di Adnkronos

Parigi, 15 feb. (AdnKronos) - L'invito ha suggellato il disgelo tra l'Italia e la Francia. Il capo dello Stato ha ricevuto al Quirinale l'ambasciatore Masset, che gli ha consegnato una lettera di invito del presidente Macron a compiere una visita di Stato in Francia. Mattarella, nel ringraziare, ha cordialmente accettato l'invito, secondo quanto ha reso noto il Quirinale. "Sono molto contento di essere tornato a Roma e in Italia, un Paese che amo. Sono felice di essere tornato nella mia seconda casa e di avere riacceso le luci a Palazzo Farnese e desidero che restino sempre accese". Il Quai d'Orsay aveva richiamato Masset in seguito a quella che era stata definita da Parigi una "ingerenza inopportuna" del vicepremier Luigi Di Maio, che aveva incontrato una delegazione dei gilet gialli. Ora l'ambasciatore d'Oltralpe è tornato a Roma. "Con il presidente Mattarella ho avuto un incontro molto caloroso. Ho consegnato l'invito del presidente francese Macron per una visita di Stato che Mattarella ha accettato" e che "si svolgerà nei prossimi mesi". "Il mio richiamo a Parigi per consultazioni - sottolinea l'ambasciatore rivolgendosi ai giornalisti in italiano - è stato un evento forte che segnava una situazione grave". Nel corso dei colloqui in Francia è stato ribadito dalle autorità "l'importanza dei rapporti tra i due nostri Paesi" e "il bene comune che questa relazione rappresenta". "Ed è proprio alla luce di questa consapevolezza che il governo francese ha preso una decisione così forte di richiamarmi per consultazioni perché questa relazione sembrava essere stata messa in discussione da attacchi e provocazioni". Dalla Francia, quindi, dopo questa settimana di consultazioni arriva la volontà di tornare al dialogo e di cooperare su tutti i temi di interesse per i due Paesi. "Con il rispetto reciproco si lavorerà su tutti i temi e andremo avanti", rileva Masset. "Nei prossimi giorni ci aspettiamo un lungo lavoro e incontri importanti", sottolinea. L'ambasciatore francese in Italia, di ritorno a Palazzo Farnese, sottolinea "l'importanza che non si dimentichi l'amicizia tra l'Italia e la Francia. E' un bene comune da preservare. I nostri legami sono inestricabili. Vogliamo dare un nuovo slancio ai nostri rapporti". "Il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron e tutti i ministri, che ho incontrato a Parigi, durante questa settimana di consultazioni, hanno ribadito quanto sia importante per loro la relazione tra Francia e Italia" ha detto l'ambasciatore francese in Italia. "Non neghiamo che ci siano delle divergenze o dei disaccordi su alcuni temi ma tutto si può affrontare nel dialogo e nel rispetto reciproco. Siamo pronti a lavorate su tutti i temi nell'interesse dei nostro due Paesi". "Sono contento per polemica chiusa" ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. "Adesso rinnovo la richiesta d'incontro con il ministro francese agli Interni, con l'obiettivo di riportare in Italia alcuni dei 15 terroristi latitanti da anni in Francia".