Tiscali.it
SEGUICI

Iran al voto: economia al centro del dibattito tv tra candidati

di Ansa   
Iran al voto: economia al centro del dibattito tv tra candidati

(ANSA) - ISTANBUL, 18 GIU - Il tema dell'economia, nel contesto delle sanzioni degli Stati Uniti, ha dominato il primo dibattito televisivo tra i candidati che si sfidano alle elezioni presidenziali in Iran, convocate anticipatamente dopo la morte del presidente Ebrahim Raisi in un incidente aereo lo scorso 19 maggio, e in programma il 28 giugno. I problemi economici del Paese dovrebbero essere risolti dal governo in cooperazione con il popolo e gli investitori, ha affermato durante il dibattito trasmesso dalla tv di Stato, promettendo di affrontare il problema dell'inflazione e raggiungere una crescita dell'8%, Mohammad-Bagher Ghalibaf, 63 anni, conservatore e attuale presidente del Parlamento.

L'obiettivo della crescita dell'8% non può essere raggiunto senza "aprire i confini con altri governi" e mettere da parte le differenze tra i vari partiti, ha detto invece, come riferisce Irna, Masoud Pezeshkian, 70enne e unico politico del campo riformista a cui è stato permesso di competere. Anche Mustafa Purmohamadi, 65 anni, conservatore ed ex ministro dell'Interno e dell'Intelligence, ha sottolineato come una riconciliazione a livello nazionale e la risoluzione delle dispute internazionali siano necessarie per cercare di superare il problema delle sanzioni. Mentre l'ultraconservatore Said Jalili, di 59 anni e membro del Consiglio supremo per la Sicurezza nazionale, ha sostenuto che attrarre investimenti dall'estero non è l'unico modo per avere una crescita economica, che dovrebbe basarsi sulla partecipazione del popolo alla vita sociale. Durante il dibattito, misure per affrontare i problemi economici del Paese sono state promesse anche dagli altri due candidati: Alireza Zakani, 59, attuale sindaco di Teheran e Amir Hossein Ghazizadeh Hashemi, 53 anni, capo ultraconservatore della potente Fondazione dei Martiri. Secondo i sondaggi della compagnia Parsine, come riporta Mehr, l'affluenza alle urne supererà il 52% degli aventi diritto, Ghalibaf è in testa con il 29% delle preferenze e dopo di lui il candidato più votato sarebbe Pezeshkian, che otterrebbe il 21% dei voti. Le rilevazioni danno Jalili al terzo posto con il 18% mentre gli altri candidati otterrebbero circa il 4% dei consensi. (ANSA). .

di Ansa   
I più recenti
'Pelosi per un processo di nomina aperto se Biden lascia'
'Pelosi per un processo di nomina aperto se Biden lascia'
Trump, ho parlato con Zelensky, metterò fine alla guerra
Trump, ho parlato con Zelensky, metterò fine alla guerra
Crisi demografica a Cuba, il numero degli abitanti cala del 10%
Crisi demografica a Cuba, il numero degli abitanti cala del 10%
Il Brasile sospende l'export di pollame verso 44 Paesi
Il Brasile sospende l'export di pollame verso 44 Paesi
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...