Singolare scoperta in Russia: rinvenuto in un’antica tomba un iPhone di 2.137 anni fa

Non è l’ultima trovata pubblicitaria dell'Apple ma la notizia del ritrovamento di un singolare oggetto appartenuto una donna vissuta più di 2000 anni fa

Singolare scoperta in Russia: rinvenuto in un’antica tomba un iPhone di 2.137 anni fa
TiscaliNews

Singolare scoperta in Russia: gli scavi condotti da un team di archeologi nella regione di Tuva, hanno riportato alla luce quello che almeno a prima vista sembra proprio un iPhone. L’oggetto ha una forma rettangolare tipica di uno smartphone abbellito da quella che sembra una simpatica cover nera tempestata di gemme semipreziose.

Gli scavi

Non è l’ultima trovata pubblicitaria della Apple ma è la notizia del rinvenimento, insieme allo scheletro di una ragazza, di un singolare manufatto all’interno di un’antica sepoltura, che risale appunto a duemila anni fa. La tomba della donna, soprannominata Natasha dagli archeologi, è stata trovata grazie al prosciugamento di un vasto bacino artificiale in Siberia vicino alla necropoli di Ala-Tey, nei pressi della diga Sayano-Shushenskaya.

La scoperta

L'oggetto ricorda solamente uno smartphone, molto probabilmente è invece una fibbia da cintura realizzata in gemma nera, un tipo di lignite, arricchito da intarsi contenenti pietre semi-preziose. Secondo gli studiosi che lo hanno rinvenuto, si tratterebbe di un accessorio usato nella Russia meridionale rurale nell'era Xiongnu.

L'oggetto  rinvenuto

L’archeologo Pavel Leus ha dichiarato: “La tomba di Natasha con un iPhone dell’era Xiongnu rimane una delle più interessanti in questo sito. La sua è l’unica cintura decorata con monete wuzhu cinesi, che ci hanno aiutato a datarla”. Si ritiene che risalga a 2.137 anni fa, poiché è stato quello il periodo in cui sono state coniate quelle monete.