In ambasciata a Mosca ricevimento stellare per giorno Forze Armate

In ambasciata a Mosca ricevimento stellare per giorno Forze Armate
di Askanews

Mosca, 7 nov. (askanews) - Un ricevimento davvero stellare: a 100 anni dall'armistizio di villa Giusti, anche in Ambasciata a Mosca si è celebrata la Giornata dell'Unità d'Italia e delle Forze armate. Nella splendida cornice di Villa Berg, ieri sera l'ambasciatore Pasquale Terracciano e l'addetto alla Difesa, il generale Alfonso Miro hanno accolto le autorità civili e militari, in rappresentanza di oltre 140 Paesi.Tra gli ospiti il leggendario cosmonauta Sergej Krikalev, uomo dei record rimasto in orbita più di qualsiasi altro essere umano (803 giorni, 9 ore e 39 minuti) e capace con la sua storia di ispirare libri e film.Presente al ricevimento anche Walter Villadei, primo cosmonauta italiano, completamente formato presso il Gagarin Research&Test Cosmonaut Training Center nella Città delle Stelle. Villadei potrebbe essere parte, in futuro, di una missione russa sulla Soyuz. Il cosmonauta italiano ha accompagnato rappresentanti di Roscosmos e del centro Gagarin, a testimonianza della collaborazione scientifica, attualmente in atto, nel campo dell'esplorazione dello spazio.Tale collaborazione è stata oggetto dei recenti colloqui del presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Mosca, nell'incontro del 24 ottobre al Cremlino con il leader russo Vladimir Putin.II 4 novembre 1918 aveva termine il Primo conflitto mondiale - la Grande Guerra - un evento che ha segnato in modo profondo e indelebile l'inizio del Novecento e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali. La data, che celebra la fine vittoriosa, commemora la firma dell'armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l'Impero austro-ungarico ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate.