Tiscali.it
SEGUICI

Niente manette ai polsi, Ilaria Salis in tribunale dopo i domiciliari con la sola cavigliera elettronica

Iniziata la terza udienza del processo. Il giudice rivela l'indirizzo dei domiciliari e scoppia la polemica

TiscaliNews   
Loading...
Codice da incorporare:

È arrivata in tribunale in taxi assieme ai suoi genitori e per la prima volta non verrà portata in aula in manette e con le catene alle caviglie Ilaria Salis, la 39enne attivista italiana a processo a Budapest con l'accusa di aver aggredito dei militanti di estrema destra. Salis è entrata rapidamente tra giornalisti e il gruppo dei suoi amici, fra i quali anche Zerocalcare, che l'attendevano all'esterno del tribunale. “Voglio ringraziare tutte le persone che mi hanno supportato", ha detto Ilaria prima dell'inizio del processo.

La concessione dei domiciliari per Ilaria Salis è "un bel risultato per il quale abbiamo sempre lavorato - ha detto l'ambasciatore italiano a Budapest Manuel Jacoangeli -, rasserena tutta la situazione e le consente di affrontare meglio il processo. Abbiamo suggerito ripetutamente alla famiglia di intraprendere questa strada e l'ambasciata appoggerà sicuramente una richiesta di domiciliari in Italia".

Nel frattempo il giudice Josef Szos ha rivelato l'indirizzo dove Ilaria Salis sta scontando i domiciliari. L’annuncio ha scatenato l’immediata protesta del padre Roberto che si è girato verso l'ambasciatore italiano Manuel Jacoangeli dicendogli che “bisogna fare qualcosa”. "L'indirizzo – lo sostiene l'avvocato della difesa Gyorgy Magyar - non dovrebbe essere rivelato, anzi protetto e non va inserito nel verbale”.

TiscaliNews   
I più recenti
Belousov a Austin, rischio escalation con armi Usa a Kiev
Belousov a Austin, rischio escalation con armi Usa a Kiev
Julian Assange arrivato in territorio americano
Julian Assange arrivato in territorio americano
Kenya, legge finanziaria: non si placa la protesta a Nairobi
Kenya, legge finanziaria: non si placa la protesta a Nairobi
Intesa sulle nomine Ue: sì a Von der Leyen, Costa e Kallas
Intesa sulle nomine Ue: sì a Von der Leyen, Costa e Kallas
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...