Il summit "risponde" a Putin e lancia piano investimenti da 600 mld

Il summit 'risponde' a Putin e lancia piano investimenti da 600 mld
di Askanews

Elmau, 26 giu. (askanews) - I leader del G7 si riuniscono a Elmau a poche ore dall'attacco missilistico russo su Kiev. Forse un "segnale" da parte di Vladimir Putin, in particolare agli Stati Uniti, con il presidente Joe Biden arrivato in Baviera per chiedere nuove sanzioni contro Mosca.E forse non è un caso che proprio Biden sia il primo a commentare questo nuovo atto della guerra, definendo una "barbarie" i bombardamenti, che hanno colpito l'area della fabbrica Artyom, provocando vittime anche tra i bambini. Di fronte al "brutale" attacco, ha detto il padrone di casa, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, occorre che gli alleati "stiano uniti e sostengano gli ucraini nella difesa del loro Paese". Il G7 dovrebbe quindi dare via libera all'embargo sull'oro russo, che secondo Biden "vale decine di miliardi di dollari" per Mosca, ma discuterà anche di un tetto al prezzo del petrolio e del gas, "un obiettivo geopolitico oltre che economico e sociale", secondo Draghi.La guerra in Ucraina sarà al centro dei lavori di domani, quando è previsto l'intervento in video-conferenza del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Oggi intanto il "focus" del summit è stato sull'economia globale, con la decisione di varare un piano di investimenti da 600 miliardi di dollari (Partnership for Global), rivolto in particolare ai Paesi in via di sviluppo. Gli investimenti, ha sottolineato Biden, riguarderanno tra l'altro "sviluppo sostenibile, energia, stabilità globale, connettività, salute, parità di genere". "Quando le democrazie si uniscono, non c'è nulla che non possano realizzare", ha detto l'inquilino della Casa Bianca, con la presidente della Commissione Ursula von der Leyen che gli ha fatto eco: "Il mondo oggi ha bisogno di questi investimenti più di sempre, dobbiamo lavorare fianco a fianco per massimizzarne" gli effetti, mostrando la forza dello sviluppo economico quando "riflette i valori democratici".Stasera, prima di un concerto previsto nel programma culturale, i leader si sono confrontati nella cena di lavoro, anche per fare un punto sui negoziati con l'Iran sul suo programma nucleare.