Tiscali.it
SEGUICI

Rogo divora due torri residenziali a Valencia. Lotta con il fuoco. Feriti e persone intrappolate. Foto e video

Continuano intanto gli sforzi per spegnere l'incendio mentre la città è ancora sferzata da forti raffiche di vento che soffia da ovest ad una velocità che arriva a 50 km orari.

TiscaliNews   

Un incendio di enormi proporzioni ha divorato e ridotto a uno scheletro incandescente un edificio di 14 piani nel quartiere Campanar, a Valencia. Le fiamme, che si sono sviluppate alle 17:30 dal quinto piano per motivi in corso di accertamento, a causa del forte vento di ponente e delle temperature elevate di 25 gradi si sono rapidamente propagate lungo la verticale dell'edificio ed estese anche alla torre 2, nello stesso blocco del complesso residenziale, dove complessivamente vivono circa 350 persone in 140 appartamenti.

Persone intrappolate

I servizi di emergenza riferiscono che sul posto sono intervenute 22 squadre dei vigili del fuoco, oltre a 6 unità Samur e 2 unità di supporto vitale di base. "Ci sono ancora molte persone dentro gli edifici" con i pompieri che li stanno invitando a mettere panni bagnati vicino alle porte, riferisce un altro testimone. Intanto il Comune ha attivato il Servizio Emergenze Sociali e Collaborazione nell'Emergenza. Sul posto è intervenuta anche la Croce Rossa. Il presidente della Generalitat, Carlos Mazón, e il sindaco di Valencia, María José Catalá, si trovano già nella zona dove si è verificato il rogo nel quartiere valenciano di Campanar (Valencia). 

La lotta con il fuoco

Continuano intanto gli sforzi per spegnere l'incendio mentre la città è ancora sferzata da forti raffiche di vento che soffia da ovest ad una velocità che arriva a 50 km orari. Venti che hanno colpito la città per tutta la giornata e che hanno contribuito, insieme con altri fattori, alla rapida propagazione dell'incendio. Il vicedirettore delle Emergenze della Generalitat, Jorge Suárez, ha affermato che l'incendio è "pienamente attivo" e ha indicato che, a titolo preventivo, saranno attivati alberghi o un centro dove potranno essere accolte e assistite le persone colpite dall'incendio. 

Il bilancio

Sono almeno 14 persone sono rimaste ferite, per fratture, ustioni e intossicazione da fumo, Si tratta di 9 uomini, 4 donne e un bambino di 7 anni, mentre altre due donne sono state medicate sul posto, riferisce l'agenzia Efe. Numerose persone, fra le quali un padre con la figlia e una coppia, rimaste a lungo intrappolate su balconi dei piani superiori, della torre 1 sono state portate in salvo dai pompieri, accorsi sul posto con oltre dieci squadre, mentre veniva montato un ospedale da campo e inviate unità mobili per ustionati e di rianimazione. I vigili del fuoco non hanno ancora potuto verificare se all'interno dell'edificio ci sono ancora persone intrappolate. I servizi di emergenza del 112 si avvalgono della collaborazione della Ume, l'Unità militare dell'esercito, per tentare di mettere sotto controllo le fiamme.

Drammatiche le testimonianze dei residenti

"Abbiamo visto i vetri esplodere per il fuoco e la temperatura è diventata insopportabile e siamo fuggiti fuori. Ma c'erano ancora molte persone all'interno, che urlavano disperate cercando i loro parenti e alle quali i pompieri hanno detto di mettere panni bagnati sotto le porte per tentare di bloccare le fiamme e il fumo", ha raccontato Vicente ripreso dalla tv nazionale Rtve. "Siamo sorpresi dalla rapidità con cui si sono propagate le fiamme, un'ora dopo il fuoco è passato anche alla torre 2, ci sono ancora molte persone dentro", ha riferito sotto choc Adriana, l'amministratrice del complesso, al media locale Levante.

La ricostruzione

Le fiamme, secondo le prime ricostruzioni, sono scoppiate al quinto piano dell'edificio, "dalle tende di un appartamento", secondo quanto riferito da un altro testimone ai media spagnoli. Almeno tre persone sono state portate fuori dal grattacielo in fiamme a Valencia con sintomi da intossicazione mentre altri sarebbero ancora intrappolati. Lo riferisce la tv spagnola Rtve sottolineando che un padre con la figlia, rimasti bloccati sul loro balcone, sono stati portati in salvo. "Ci sono grida e persone disperate in cerca di parenti o amici" che si trovavano all'interno dell'edificio, riferiscono i media. "Siamo sopresi dalla rapidità con cui si sono propagate le fiamme che ancora non sono sotto controllo. Un'ora dopo il fuoco è passato anche alla torre 2", il grattacielo gemello di quello divorato dal fuoco, che faceva parte dello stesso complesso residenziale. Lo riferisce l'amministratrice al media locale Levante.

Video

Loading...

Il poliuretano la causa della voracità delle fiamme

Secondo una prima ricostruzione dei vigili del fuoco, il materiale isolante sugli edifici costruiti 15 anni fa avrebbe favorito il rapido sviluppo del rogo, peraltro senza che si siano attivati i sistemi antincendio. La vicepresidente dell'Ordine degli Ingegneri tecnici industriali di Valencia, Esther Pchades, che effettuò una perizia sul grattacielo, ha attribuito la voracità delle fiamme al rivestimento di uno strato di poliuretano sotto le placche di alluminio che ricoprivano la facciata, un prodotto "totalmente infiammabile, che ha provocato l'espansione delle fiamme in meno di mezz'ora", ha dichiarato alla tv pubblica valenziana. I due blocchi del complesso, costruiti nel 2009, non avrebbero dovuto contenere il poliuretano, messo al bando dopo un drammatico incendio in un edificio a Londra nel 2005.

 

 

 

Sánchez: "Costernato"

Il premier spagnolo, Pedro Sánchez, sta seguendo gli sviluppi del rogo sviluppatosi con grande rapidità in un palazzo a Valencia. "Sono costernato per il terribile incendio scoppiato", ha scritto su X. "Desidero esprimere la mia solidarietà a tutte le persone colpite e il mio riconoscimento a tutto il personale di emergenza già al lavoro sulla scena". Ancora non è chiaro se ci siano vittime, mentre sul posto è già attiva anche l'Unità Militare d'Emergenza, riporta l'agenzia Efe.

TiscaliNews   

I più recenti

Kiev, bombe su una casa di riposo a Kharkiv, 4 morti
Kiev, bombe su una casa di riposo a Kharkiv, 4 morti
Ministro slovacco, Fico non è più in pericolo di vita
Ministro slovacco, Fico non è più in pericolo di vita
Taiwan, elicotteri militari cinesi sorvolano l'isola di Pingtan alla vigilia dall'insediamento del nuovo presidente Lai Ching-te
Taiwan, elicotteri militari cinesi sorvolano l'isola di Pingtan alla vigilia dall'insediamento del nuovo presidente Lai Ching-te
La Nasa svela la tuta spaziale per la missione Artemis
La Nasa svela la tuta spaziale per la missione Artemis
Teleborsa

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...