Tiscali.it
SEGUICI

Giappone: escluso dalla cerimonia del diploma per le treccine

di Ansa   
Giappone: escluso dalla cerimonia del diploma per le treccine

(ANSA) - TOKYO, 30 MAR - Isolato su un balconcino durante la cerimonia del diploma perché la sua acconciatura di capelli con le treccine non era conforme alle linee guida dell'istituto scolastico. È accaduto lo scorso 27 febbraio in una scuola superiore del Giappone, nella prefettura ovest di Hyogo, secondo quanto riferito dai media locali. Il liceo pubblico di Himejiì ha deciso di fare sedere il ragazzo di 18 anni - di padre afroamericano e madre giapponese -, su un balcone in fondo al locale, e gli ha detto di non rispondere anche se il suo nome fosse stato chiamato. La motivazione è che lo studente non avrebbe chiarito "la sua origine etnica e il motivo per cui indossava le treccine".

Il quotidiano Mainichi riferisce inoltre che la scuola aveva precedentemente detto allo studente di tagliarsi i capelli perché erano troppo lunghi e in violazione delle regole dell'istituto, che richiedevano acconciature "ordinate e da studente". Interpellato, un funzionario del board scolastico ha ammesso che la risposta avrebbe potuto essere diversa se ci fosse stata una consultazione preventiva, aggiungendo che la decisione di escludere lo studente "mancava di considerazione e di tatto dal punto di vista educativo". Da diversi anni in Giappone si discute su una revisione delle regole scolastiche, considerate eccessivamente rigide. Di norma gli istituti impongono l'obbligo di certificati per dimostrare il colore naturale dei capelli degli alunni e vietano alle donne le code di cavallo 'disordinate'. Celebre una causa intentata nel 2017 da una studentessa in una scuola superiore della prefettura di Osaka, che ha affermato di essere stata costretta a tingere di nero i suoi capelli naturalmente castani, o il caso di uno studente a cui veniva impedito di indossare il cappotto nei mesi invernali perché definita una violazione dei codici di abbigliamento. Secondo i dati del ministero del Welfare nipponico i figli di genitori appartenenti a diverse nazionalità rappresentava il 4,1% dei bambini nati in Giappone nel 2020. (ANSA). .

di Ansa   

I più recenti

Hezbollah, soldati Israele tentano infiltrazione in Libano
Hezbollah, soldati Israele tentano infiltrazione in Libano
Hamas, il bilancio dei morti a Gaza sale a 30.534
Hamas, il bilancio dei morti a Gaza sale a 30.534
Haiti: 'attaccato secondo carcere', terrore nella capitale
Haiti: 'attaccato secondo carcere', terrore nella capitale
Mosca convoca ambasciatore tedesco su conversazioni segrete
Mosca convoca ambasciatore tedesco su conversazioni segrete

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...