Germania, ex nazista di 101 anni condannato a cinque anni di carcere

di Ansa

Un ex guardiano di un campo di concentramento nazista, di 101 anni, e' stato condannato a cinque anni di reclusione al termine di un processo al tribunale di Brandeburgo, in Germania. Si chiama Josef Schuetz ed e' la persone piu' anziana finora ad essere stata accusata di complicita' in crimini di guerra durante l'Olocausto. E' stato accusato di essere coinvolto nell'omicidio di 3.518 prigionieri nel campo di concentramento di Sachsenhausen e Oranienburg, tra il 1942 e il 1945. L'uomo all'epoca dei fatti aveva 21 anni e si era dichiarato innocente, dicendo di non aver fatto "assolutamente nulla" e che non era a conoscenza dei raccapriccianti crimini commessi nel campo.