Tiscali.it
SEGUICI

I funerali di Navalny a Mosca, esequie pubbliche ma cimitero blindato. Il live della cerimonia

Due, 3mila persone hanno dato l'ultimo saluto al dissidente, il funerale trasmesso in streaming. Presenti corpi diplomatici di Usa, Germania, Francia, Italia e Ue. La portavoce: "Tutte le persone per le quali il lavoro politico di Navalny ha significato qualcosa dovrebbero venire"

TiscaliNews   

Una folla commossa e plaudente ha accolto il feretro di Alexei Navalny ai funerli in corso nella periferia di Mosca. Il dissidente è morto lo scorso 16 febbraio nella colonia penale di Kharp in circostanze ancora misteriose. A dargli l'ultimo saluto, tanti sostenitori - 2-3mila secondo fonti giornalistiche sul posto - che scandivano "tu non hai avuto paura e noi non abbiamo paura" davanti alla chiesa ortodossa del cimitero Borisovskoye. Alle esequie sono presenti il padre e la madre, Anatoly e Lyudmila Navalnaya, mentre non parteciperà la moglie, Julija Borisovna, che si trova all'estero. La vedova ha pubblicato su X un messaggio di addio per il marito. La cerimonia - trasmessa in diretta su Youtube secondo quanto riportato dal team di Navalny (video in alto) - ha preso inizio alle 2 del pomeriggio ora locale nella chiesa dell'Icona della madre di Dio nel quartiere di Maryno, a sud est della capitale russa. Una cerimonia breve perché il dissidente è stato portato subito dopo nel cimitero per la tumulazione.

La vedova ha scritto su X un toccante messaggio al marito: "Grazie per 26 anni di assoluta felicità. Sì, anche degli ultimi tre anni di felicità. Per l'amore, per avermi sempre sostenuto, per avermi fatto ridere anche dal carcere, per il fatto che mi hai sempre pensato. Non so vivere senza di te, ma cercherò di renderti lassù felice per me e orgoglioso di me. Non so se riuscirò a sopportarlo oppure no, ma ci proverò. Ti amerò per sempre. Riposa in pace".

Secondo i media occidentali, Lynne Tracy, ambasciatrice degli Stati Uniti in Russia, partecipa al funerale di Alexei Navalny. Arrivato anche l'ambasciatori tedesco Lambsdorff, quello francese Pierre Levy e l'incaricato d'affari italiano Pietro Sferra Carini, dell'ambasciata italiana a Mosca. Presente anche una delegazione dell'Ue.

Video

Funerali blindati ma pubblici

Un servizio d'ordine eccezionale, con numerosi agenti di polizia presiede il luogo delle esequie. Il team Navalny ha esortato le persone a partecipare ai funerali ed alla sepoltura sfidando la presenza deegli agenti. "Tutte le persone per le quali il lavoro politico di Navalny ha significato qualcosa dovrebbero venire", ha detto la portavoce.

L'addio si tiene nella chiesa ortodossa del quartiere in cui Navalny aveva vissuto con la moglie Yulia e i due figli, Dasha e Zakhar prima dell'avvelenamento dell'agosto del 2000, il successivo trasferimento d'urgenza in Germania, e l'arresto immediato al suo ritorno in Russia sei mesi dopo. L'entourage di Navalny avrebbe voluto che il funerale si svolgesse ieri, ma non c'è stata alcuna risposta positiva alle richieste di un luogo, forse si sarebbe tenuto in coincidenza del discorso di Vladimir Putin all'Assemblea federale.

Putin non ha mai citato Navalny

E in oltre due ore di discorso in Parlamento, Vladimir Putin non ha fatto il minimo accenno al dissidente russo. La scelta di ignorare completamente Navalny, dopo che la vedova è intervenuta ieri al Parlamento europeo, non può certo sorprendere. Putin è noto per non averlo mai menzionato in pubblico, indicandolo di volta in volta come "quel signore", "quella persona", "una certa forza politica".

Le associazioni per i diritti umani: portate con voi i dati degli avvocati

I gruppi per i diritti umani hanno consigliato alle persone presenti ai funerali di Navalny di scrivere i dettagli degli avvocati che potrebbero aiutarli in caso di arresto. Lo riportano i media internazionali sottolineando che è stato consigliato di avere con sé anche il passaporto e delle bottiglie d'acqua.

Difficoltà per il carro funebre: "Minacce perché non prendano il corpo"

Intanto, alla vigilia delle esequie, nessun carro funebre a Mosca era disponibile per trasportare il corpo del dissidente russo. "Prima non ci è stato permesso di affittare una sala funebre per salutare Alexey", ora ci dicono che nessun carro funebre accetta di portare il corpo in chiesa dall'obitorio, riferisce il team Navalny, citato da Meduza. Tutti i conducenti di carri funebri, ha detto uno dei collaboratori di Navalny, Leonid Volkov, "ricevono telefonate anonime di minacce perché non prendano il corpo di Navalny". "E' pura follia. Questo da solo basterebbe per far bruciare all'inferno Putin e i suoi scagnozzi", ha commentato.

TiscaliNews   

I più recenti

Usa, Corte appello New York annulla la sentenza contro Weinstein
Usa, Corte appello New York annulla la sentenza contro Weinstein
Ormeggiata in Cina una nave russa con armi nordcoreane per Mosca
Ormeggiata in Cina una nave russa con armi nordcoreane per Mosca
Bolsonaro nell'ambasciata ungherese, la Corte archivia il caso
Bolsonaro nell'ambasciata ungherese, la Corte archivia il caso
Ue, Macron: Europa oggi può morire, dipende da nostre scelte
Ue, Macron: Europa oggi può morire, dipende da nostre scelte

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...