Filippine, giornalista anti Duterte arrestata per diffamazione

Filippine, giornalista anti Duterte arrestata per diffamazione
di Askanews

Roma, 13 feb. (askanews) - La giornalista delle Filippine Maria Ressa, inserita tra le "personalità dell'anno" 2018 dalla rivista Time e considerata tra le voci più critiche nei confronti del presidente Rodrigo Duterte, è stata arrestata oggi nel suo Paese con l'accusa di diffamazione, un crimine punibile con una pena fino a 12 anni di carcere. "E' un caso ridicolo e il fatto che emettano un mandato d'arresto è una parodia della giustizia", ha detto Ressa ai giornalisti dopo il suo arresto. "Questo è ciò che i giornalisti nelle Filippine oggi devono sopportare", ha aggiunto.Ressa è stata fermata a Manila mentre si trovava nella sede del suo sito web, Rappler, secondo quanto riferito dalla collega, Beth Frondoso, cofondatrice del sito. Rappler, in particolare, ha adottato una linea critica contro la letale guerra alla droga condotta da Duterte, guerra che ha provocato la morte di migliaia di persone. "È stata arrestata. Incrociamo le dita, proveremo a ottenere stanotte il suo rilascio su cauzione", ha spiegato Beth Frondoso.Ressa ha lasciato i locali del sito web scortata dagli agenti di polizia e sotto l'occhio attento delle telecamere. La giornalista è accusata, assieme all'ex reporter Reynaldo Santos Jr, di avere pubblicato un articolo nel 2012 nel quale evocava presunti rapporti sconvenienti tra un uomo d'affari e un ex magistrato. Il suo arresto è stato condannato dalla Unione nazionale dei giornalisti filippini, che ha denunciato "un vergognoso atto di persecuzione" da parte del governo, che "dimostra di poter andare molto lontano nel tentativo di mettere a tacere i media critici".Anche Amnesty International ha rapidamente condannato l'arresto come "spudoratamente motivato da fini politici". "In un paese in cui la giustizia impiega anni per avere la meglio, le accuse contro di lei sono state formulate con urgenza", ha insistito l'organizzazione internazionale.(fonte afp)