Razzismo in America: una famiglia afroamericana fermata e ammanettata a terra dalla polizia

fonte: YouTube

Dopo le polemiche nate dopo l’uccisione di George Floyd durante il suo arresto a Minneapolis, la polizia americana è ancora sotto accusa per razzismo. In un parcheggio di Aurora, in Colorado, alcuni agenti hanno fermato e ammanettato da terra una famiglia afroamericana, con quattro ragazzine. Due sorelle con le loro figlie, di 6, 12, 14 e 17 anni, sono state bloccate dagli agenti perché accusate di viaggiare su un’automobile rubata. Tutte sono state costrette a sdraiarsi pancia a terra e anche le due ragazzine adolescenti ammanettate con le mani dietro la schiena.

Le scuse della polizia

La scena è stata ripresa da un passante che ha pubblicatosui social il video in cui si sentono il pianto e le urla delle bambine. Gli agenti hanno poi dovuto di essersi sbagliati: la macchina non era rubata, ma i poliziotti sono stati tratti in inganno dalla targa della vettura che combaciava con quella dell’auto rubata ma era di un altro stato. Il capo della polizia di Aurora, che è donna, si è scusata e ha offerto una terapia psicologica di supporto alle piccole. Ma ovviamente non è bastato a placare le polemiche.