Europee, eletti i leader catalani Junqueras e Puigdemont

Europee, eletti i leader catalani Junqueras e Puigdemont
di Askanews

Roma, 27 mag. (askanews) - Missione compiuta: i due principali leader indipendentisti catalani, l'ex presidente della Generalitat Carles Puigdemont e il suo vice Oriol Junqueras, sono stati eletti al Parlamento europeo, malgrado il primo si trovi in esilio autoimposto in Belgio e il secondo in carcere.L'esito appariva del tutto scontato, ma complica non poco gli scenari legali studiati da Madrid, con il processo in pino svolgimento e dopo lo scaricabarile istituzionale che ha portato alla sospensione dei cinque accusati (fra cui lo stesso Junqueras) eletti alle politiche del 28 aprile scorso.La Corte Suprema ha infatti scaricato sul Parlamento la decisione - che doveva essere semmai un atto giuridico - di sospendere o meno gli eletti, trasformandola in un atto politico, sicura peraltro che la Corte Costituzionale non avrebbe mai dato parere contrario.Con Bruxelles tuttavia è tutto un altro paio di maniche: fra qualche settimana, alla proclamazione formale dei candidati, Junqueras e Puigdemont potranno godere dell'immunità parlamentare, indipendentemente dal fatto che debbano recarsi a Madrid per ricevere il mandato.In tal caso, la Corte Suprema sarà costretta a rilasciare Junqueras e sospendere il processo, pena una serie di ricorsi che rischiano di minare grandemente il prestigio già non troppo saldo della magistratura spagnola agli occhi dei partner europei - specie dopo il ricorso della Commissione elettorale che aveva cercato di invalidare la candidatura di Puigdemont.L'unica possibile alternativa per i giudici della Corte sarebbe di arrivare ad una sentenza express prima della proclamazione dei candidati, ma anche in questo caso non è chiaro quale sarebbe lo status di Junqueras, stante la possibilità di ricorso contro una eventuale condanna.