Trovata la cura contro l'ebola: il 90 per cento dei pazienti guarisce

Due terapie sperimentali hanno portato a risultati importanti. L'annuncio del Nyt: le terapie verranno offerte a tutti i malati del Congo

Trovata la cura contro l'ebola: il 90 per cento dei pazienti guarisce
TiscaliNews

Due trattamenti sperimentali contro l'Ebola hanno funzionato su circa il 90% dei pazienti su cui sono state usati nell'ambito di uno studio su quattro possibili nuove terapie contro la temibile malattia. I malati erano tutti ad uno stadio iniziale dell'infezione. Le terapie verranno offerte a tutte le persone malate del Congo. L'annuncio - dice il New York Times - è stato dato dall'Oms (Organizzazione mondiale della Sanità), dall'Nih (National Institutes of Health), e da Jean-Paul Muyembe, direttore dell'Istituto per la Ricerca del Congo. 

Come funzionano gli anticorpi

I trattamenti – chiamati "REGN-EB3" e "mAb-114" – sono anticorpi monoclonali che vengono infusi per endovena nei malati. Funzionano "attaccandosi" all’esterno del virus prevenendone l’ingresso nelle cellule dei malati. Parte di una sperimentazione su 700 pazienti di 4 possibili nuove cure, le due terapie hanno avuto un successo tale che la commissione di controllo sullo studio ha deciso di bloccare immediatamente i test e di offrire "REGN-EB3" e "mAB-14" a tutti i pazienti in Congo.

A spiegare i risultati è stato Anthony Fauci, direttore dell'Istituto nazionale Usa per le malattie infettive: solo il 6% dei pazienti con basso carico virale – ossia infettati da poco – che ha usato ‘REGN-EB3’ è morto. E tra quelli nelle stesse condizioni che hanno usato ‘mAB-114′, l’11% e’ morto. La differenza tra le due cure viene considerata non significativa statisticamente.

I dati dell'epidemia

L'epidemi scoppiata in Congo nell'ultimo anno ha causato 2700 contagi, di cui 1803 deceduti, un terzo dei quali sono bambini. Finora, secondo gli ultimi dati dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), 175mila persone in Congo e 10mila nei paesi vicini sono state vaccinate, sono stati creati 14 centri di trattamento e 77 milioni di persone hanno avuto uno screening attraversando i confini. Tuttavia, il virus non accenna a rallentare la corsa, anche perché circa un terzo delle morti per Ebola viene diagnosticato dopo il decesso.