Donne prete, associazione annoverata nel sito del sinodo vaticano

Donne prete, associazione annoverata nel sito del sinodo vaticano
di Askanews

Città del Vaticano, 21 gen. (askanews) - Un'associazione impegnata a favore dell'ordinazione sacerdotale delle donne è stata inclusa in una sezione informativa del sito internet del sinodo globale gestito dalla segreteria vaticana dell'organismo.Il sito, Synodrsources.org, in lingua inglese, è stato concepito per "riferire del cammino sinodale mondiale e facilitare lo scambio di esperiezne, risorse e informazioni tra coloro che hanno avviato il processo sinodale". Al suo interno vengono menzionate disaparate realtà: non dunque una inclusione formale ma una mappatura informativa.Non era però scontato che tra le organizzazioni citate venisse inclusa la Women's Ordination Conference, un gruppo basato negli Stati Uniti che si batte per le donne prete che ha recentemente lanciato una campagna di sensibilizzazione, "Let Her Voice Carry", lasciate che lei se ne occupi, per spiegare il funzionamento del percorso sinodale e promuovere la partecipazione ad esso.La posizione ufficiale della congregazione per la Dottrina della fede, non mutata sotto papa Francesco, è di totale divieto dell'ordinazione sacerdotale delle donne.Kate McElwee, direttore esecutivo della Women's Ordination Conference, si è detta sorpresa dell'inclusione dell'associazione nella sezione dedicata alle risorse del sito, affermando che questa scelta mostra "molto coraggio": "L'integrità e l'impatto del sinodo dipenderanno dall'inclusione di discussioni coraggiose sull'uguaglianza delle donne", ha dichiarato McElwee all'Associated Press. "Spero che questa mossa dall'ufficio sinodale consenta a più donne di impegnarsi nel processo e di parlare".La vicenda è tanto più significativa perché a fine dell'anno scorso lo stesso sito aveva inizialmente incluso, e poi cancellato, una associazione impegnata nella pastorale delle persone lgbtq e determinata a far sentire la voce degli omosessuali cattolici durante il sinodo, la New Ways Ministry. L'ufficio che gestisce il sito ha successivamente ripristinato la citazione del gruppo al quale, peraltro, papa Francesco ha recentemente scritto una lettera di incoraggiamento.