Con la scusa di fumare una sigaretta detenuto in attesa del processo evade da Tribunale, è caccia all’uomo

L'uomo, un rumeno, è fuggito scavalcando il muro del retro del Palazzo di giustizia, dove accedono i mezzi della polizia penitenziaria per accompagnare direttamente in aula i detenuti

Con la scusa di fumare una sigaretta detenuto in attesa del processo evade da Tribunale, è caccia all’uomo
TiscaliNews

A Brescia è caccia all’uomo. Un detenuto è scappato dal tribunale mentre attendeva l'inizio del processo. L'uomo stava fumando una sigaretta all'esterno del tribunale quando approfittando di un momento di distrazione degli agenti che l’avevano in custodia è saltato su un cofano di una macchina e si è allontanato di corsa scavalcando un muro di cinta del Palazzo di giustizia. Poi correndo si è diretto verso la stazione ferroviaria da dove ha fatto perdere le tracce.

La fuga ripresa dalle telecamere

La fuga è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza ed ora è caccia all'uomo. Sulla testa del detenuto, classe '88 e di nazionalità rumena, pende una condanna a sette anni per rissa comminatagli da un tribunale rumeno. Era in Tribunale per la convalida dell'arresto, dopo essere stato catturato proprio a Brescia. Il 30enne, in Italia da 17 anni, risulta residente a Paderno Dugnano, mentre la famiglia a Corsico. Ha precedenti per reati contro il patrimonio.