Cummings attacca ancora Johnson, ha lasciato morire 80enni

Cummings attacca ancora Johnson, ha lasciato morire 80enni
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 20 LUG - L'ex consigliere di Boris Johnson, Dominic Cummings, torna ad attaccare il premier britannico sulla gestione della pandemia di coronavirus. In un'intervista alla Bbc, rivela che il primo ministro lo scorso autunno non ha voluto inasprire le misure anti-Covid perche' sosteneva che a morire fossero "essenzialmente tutte persone sopra gli 80 anni". Cummings sostiene inoltre che Johnson gli abbia mandato un messaggio nel quale sminuiva il rischio collasso del sistema sanitario. "Non mi bevo più questa storia del Nhs sopraffatto", avrebbe scritto il premier. Boris voleva che il virus "attraversasse il paese" piuttosto che distruggere l'economia, ha insistito Cummings che ha condiviso i messaggi inviati da Johnson su WhatsApp attorno al 13-15 ottobre. "Devo dire che sono stato leggermente scosso da alcuni dati sui morti per Covid - si legge in uno di questi - L'età media è di 82-81 anni per gli uomini e 85 per le donne. Sopra all'aspettativa di vita. Quindi prendi il Covid e vivi più a lungo. Quasi tutti gli under 60 che vanno in ospedale (4 per cento) sopravvivono praticamente tutti". In risposta alla prima intervista televisiva dell'ex consigliere, Downing Street ha ribadito che il primo ministro ha intrapreso "ogni azione necessaria a proteggere vite umane ed economia guidato dai migliori consiglieri scientifici". (ANSA).