Covid: salgono i contagi, i casi gravi e i morti in Israele

Covid: salgono i contagi, i casi gravi e i morti in Israele
di Ansa

(ANSA) - TEL AVIV, 25 GEN - In salita gli indici della pandemia spinta da Omicron in Israele: numero dei contagi, casi gravi e decessi. Per il secondo giorno consecutivo, le nuove infezioni sono arrivate oltre le 80 mila unità (83.000), mentre i casi gravi hanno raggiunto ora la cifra di 856, ben oltre l'ultimo picco di 737 registrato a settembre scorso. Ma il dato più eclatante riguarda il numero dei decessi che per Ynet sono stati 236 da inizio gennaio, con una media giornaliera impennatasi negli ultimi giorni. In un giorno di picco - secondo fonti del ministero riprese dai media - ci sono state 40 morti per cause correlate al Covid. Nel momento peggiore della terza ondata, l'anno scorso, le morti - hanno ricordato i media - raggiunsero le 60 unità restando invece sotto le 30 durante l'ondata provocata dalla Delta. La situazione in atto è stata evocata dal leader dell'opposizione Benyamin Netanyahu per attaccare l'attuale governo di Naftali Bennett e del ministro degli esteri Yair Lapid. "Non stanno facendo nulla", ha detto. Poi ha denunciato l'ipotesi del governo di cancellare (da giovedì) la quarantena per i bambini venuti a contatto con positivi definendola "una politica di infezione di massa per tutti i bambini". (ANSA).