Cane sano soppresso per essere sepolto insieme alla padrona: lei lo aveva scritto nel testamento

I fatti risalgono a fine marzo, quando Emma, questo il nome dell’animale, è stata portata via dal rifugio per essere uccisa. Immediata è scoppiata la polemica

Cane sano soppresso per essere sepolto insieme alla padrona: lei lo aveva scritto nel testamento
TiscaliNews

“Se dovessi morire vorrei che Emma sia cremata e deposta nella bara con me". E così è stato. Un destino crudele quello del cagnolino di Shih Tzu, il povero animale è stato soppresso per essere seppellito insieme alla sua padrona nonostante godesse di ottima salute perché la donna lo aveva scritto nel testamento. L’incredibile storia arriva da Richmond in Virginia, Stati Uniti.

La polemica

I fatti risalgono a fine marzo, quando Emma è stata portata via dal rifugio per essere soppressa e, successivamente, cremata. Le sue ceneri sono poi state depositate in un’urna e consegnate a un rappresentante autorizzato. Appena la notizia è stata pubblicata sui social immediata è scoppiata la polemica. “Che mostro egoista”, “Questo è senza cuore”, “Disumano”, sono solo alcuni dei commenti apparsi su Twitter.

L’ira degli animalisti

La vicenda ha scatenato anche l'ira degli animalisti che però non hanno potuto fare nulla contro la legge della Virginia dove il cane è una proprietà personale ed è quindi legale l'eutanasia. Stando alla versione fornita dal quotidiano Indipendent, l'intervento è stato eseguito da un veterinario di fiducia della vittima.

L’inchiesta

Intanto sulla morte della piccola Emma è stata aperta un'inchiesta con Larry Spaggi, presidente della Virginia Funeral Directors, che intervistato dai media locali ha espresso il suo parere: "Si tratta comunque di un atto illegale perché non si può seppellire un animale assieme ad una persona, ancor meno le ceneri dentro una bara".