Brexit, May contro Blair: chiede nuovo referendum, è un insulto

Brexit, May contro Blair: chiede nuovo referendum, è un insulto
di Askanews

Roma, 16 dic. (askanews) - Il primo ministro britannico Theresa May ha accusato l'ex premier laburista Tony Blair di "insultare" il popolo britannico e di cercare di "minare" il percorso di uscita del Regno Unito dall'Unione Europea invocando un secondo referendum. May ha ripetutamente respinto l'opzione di un secondo referendum sulla Brexit, che molti partiti di opposizione e personalità di spicco britanniche stanno insistentemente difendendo."Il fatto che Tony Blair sia andato a Bruxelles e abbia cercato di minare le nostre trattative invocando un secondo referendum è un insulto alla posizione che ha ricoperto e alle persone che ha servito", scrive Theresa May in un comunicato inviato ai media. "Non possiamo, come vorrebbe, abdicare alla responsabilità di questa decisione".(fonte afp)