Tiscali.it
SEGUICI

Danka Ilic è morta, la bimba di due anni scomparsa è stata uccisa. L'annuncio shock del premier serbo

Della scomparsa di Danka si è occupata anche Chi l'ha visto?. Nonostante gli sforzi, al momento le ricerche non hanno portato a risultati concreti.

TiscaliNews   

La polizia serba ha arrestato due persone sospettate dell'omicidio di Danka Ilic, la bambina di 2 anni scomparsa la settimana scorsa dalla zona di Bor, in Serbia. Lo ha annunciato il presidente serbo Aleksandar Vucic durante una sessione straordinaria del governo, come riporta la Tv pubblica di Belgrado. "Abbiamo brutte notizie per la bimba di Bor, Danka Ilic è stata uccisa", ha detto Vucic. "La polizia ha arrestato due persone che hanno ucciso Danka e, da quanto ho capito, entrambi hanno confessato il loro crimine", ha aggiunto. Il presidente serbo ha specificato che la polizia sta conducendo i due sul luogo dove si troverebbe il corpo della bambina.

"Mi sono girata un attimo e lei non c’era più"

“Viviamo vicino a Bor, l’avevo portata a  Banjsko Polje per passeggiare un po’ e svagarsi”, ha raccontato a caldo la madre di Danka, Ivana. “Mi sono girata un attimo e lei non c’era più, l’ho chiamata, non ha risposto”, ha aggiunto la donna. Al momento della scomparsa la bambina “portava una giacca color oliva, pantaloni viola e scarpe nere, ha capelli castano-chiari, occhi marroni ed è alta 85 centimetri”.

Le ricerche

Immediatamente dopo la scomparsa le autorità serbe avevano lanciato un primo messaggio d’allarme attraverso il sistema cosiddetto “Amber alert”, la procedura di allarme nazionale in caso di rapimento di minore. pensato appunto per dare una mano a trovare minori scomparsi e utilizzato per la prima volta nel Paese balcanico proprio per Danka. Il messaggio, diffuso su tutti i cellulari serbi, non aveva tuttavia portato a una svolta. Così come nessuna novità neppure è arrivata dalle massicce operazioni di ricerca lanciate subito da Polizia, vigili del Fuoco, Protezioni civile e Soccorso alpinoLe autorità non avevano escluso neppure il peggio e per questo avevano fatto intervenire anche ruspe e bulldozer che hanno effettuato profondi scavi nei terreni attorno alla casa natale della piccola, senza tuttavia trovare alcunché di rilevante.

L’Interpol, la pista viennese e il giallo del video

Il caso era è diventato di interesse internazionale e l'Interpol aveva emesso un avviso di ricerca. Della scomparsa di Danka si era occupata anche Chi l'ha visto?. Un presunto avvistamento di Danka era stato segnalato a Vienna, da un uomo che aveva immortalato in un video una bambina con il ciuccio e i capelli raccolti in un codino che sembrerebbe assomigliare alla piccola scomparsa. "Rapita e portata in Austria?", la domanda è circolata sui social ma finora senza risposta, Così come non ci sono stati riscontri dalla nuova pista che martedì scorso si è aperta in direzione Montenegro, al momento senza riscontri. Intanto rimane attiva una circolare gialla dell’Interpol dedicata a Danka e a chi avesse informazioni concrete sul caso.

I mitomani

Come era prevedibile il caso aveva attratto anche mitomani. "Sappiamo dov’è Danka", ma per dare informazioni sul caso servono 50mila marchi convertibili (25mila euro), il succo del messaggio fatto circolare su TikTok da tre bosniaci, poi individuati dalla polizia di Sarajevo e finiti in manette.

 

TiscaliNews   

I più recenti

Migranti, il parlamento del Regno Unito approva il piano Ruanda
Migranti, il parlamento del Regno Unito approva il piano Ruanda
Gb: i Lord rimandano il piano Ruanda ai Comuni
Gb: i Lord rimandano il piano Ruanda ai Comuni
Gaza, sfollati palestinesi trasformano i paracadute in tende
Gaza, sfollati palestinesi trasformano i paracadute in tende
Taiwan, celebrata fra le scosse sismiche la festa del Dio della Medicina
Taiwan, celebrata fra le scosse sismiche la festa del Dio della Medicina

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...