Stretta sui non vaccinati in Austria: in caso di aumento dei contagi, solo loro andranno in lockdown

Lo ha annunciato il cancelliere Schallenberg. Quando le terapie intensive saranno a quota 500 i no vax non potranno accedere a bar, ristoranti, strutture sportive e del tempo libero

Stretta sui non vaccinati in Austria: in caso di aumento dei contagi, solo loro andranno in lockdown
TiscaliNews

In Austria, in caso di una nuova ondata della pandemia, solo i non vaccinati andranno in lockdown. Ad annunciarlo è stato lo stesso cancelliere Alexander Schallenberg, che mostra la determinazione del governo verso una stretta contro chi decide di non vaccinarsi.

"Non vediamo la pandemia nello specchietto retrovisore, stiamo invece andando verso una pandemia dei non vaccinati", ha detto Schallenberg. "Ai non vaccinati deve essere chiaro che non solo responsabili della loro salute, ma anche di quella degli altri". "Non è ammissibile che il sistema sanitario venga sovracaricato per colpa degli indecisi e attendisti", così il cancelliere.

Attualmente in Austria sono occupati 224 posti in terapia intensiva. Quando sarà raggiunta soglia 500 - così il nuovo provvedimento del governo - i non vaccinati non potranno più accedere a bar, ristoranti, eventi culturali e neanche a strutture sportive e quelle del tempo libero. Con 600 posti letto occupati in terapia intensiva i non vaccinati potranno lasciare casa solo per andare al lavoro e per motivi di prima necessità.