Tiscali.it
SEGUICI

L’accusa dell’Onu: “L’ospedale pediatrico Kiev centrato da missile russo”. Il Cremlino nega un suo coinvolgimento

Secondo l'Alto Commissario Onu per i diritti umani in Ucraina è stato colpito da un missile da crociera KH101. Intanto è salito a 41 il bilancio dei morti causati dal massiccio attacco missilistico lanciato dalle forze russe

TiscaliNews   

L'ospedale pediatrico di Kiev ha subito con un'"alta probabilità un colpo diretto" da un missile russo: lo ha detto la rappresentante dell'Alto Commissario Onu per i diritti umani in Ucraina, Danielle Bell. Danielle Bell, che ha sottolineato la necessità di un'indagine più approfondita basata su filmati, ha affermato che l'ospedale è stato colpito da un missile da crociera KH101 "lanciato dalla Federazione Russa". Intanto è salito a 41 il bilancio dei morti causati dal massiccio attacco missilistico.

Mosca: “False accuse”

Il ministero della Difesa russo ha smentito il coinvolgimento nell'attacco, affermando che le dichiarazioni su un raid russo deliberato contro obiettivi civili in Ucraina non corrispondono alla realtà. "Numerose foto e video pubblicati da Kiev confermano inequivocabilmente il fatto della distruzione causata dallo schianto di un missile di difesa aerea ucraino lanciato da un sistema antiaereo all'interno dei confini della città. Lo scopo di queste provocazioni è quello di garantire il proseguimento del finanziamento del regime di Kiev e il prolungamento della guerra fino all'ultimo ucraino", sostiene Mosca in una nota.

Nessuna pietà per i piccoli malati

Le immagini dei genitori che tenevano in braccio i bambini nelle strade fuori dall'ospedale Okhmatdyt storditi e singhiozzanti hanno fatto il giro del mondo. Centinaia di abitanti hanno dato il loro aiuto per rimuovere le macerie e prestare soccorso.Mentre si apre il summit Nato a Washington, il presidente Joe Biden ha condannato la brutalità della Russia; Zelensky ha invocato una risposta forte, mentre il Cremlino ha dichiarato che vigilerà sul vertice, in quanto la Nato prende parte al conflitto in Ucraina "al fianco di Kiev".

Uccisi 599 bambini

Almeno 559 bambini sono stati uccisi in Ucraina e altri 1.449 sono rimasti feriti dall'inizio dell'invasione del Paese da parte delle forze russe, secondo reso noto su Facebook l'ufficio del Procuratore generale, come riporta Ukrinform. Il nuovo bilancio include quattro bambini morti ieri a Kiev a causa del massiccio attacco missilistico russo, che ha colpito anche un ospedale pediatrico della capitale, aggiunge la fonte.

La condanna internazionale

Unanime la condanna internazionale per gli attacchi russi in Ucraina alla vigilia della riunione della Nato a Washington. Di "attacchi spietati contro i civili" parla l'Alto rappresentante Ue per la politica estera Borrell. "Mosca dimostra che non vuole la pace", afferma il ministro della Difesa Crosetto. La premier italiana Giorgia Meloni ha definito "orribili" le immagini dell'ospedale per bambini sventrato dalle bombe, il presidente Usa Joe Biden ha parlato di "attacco disumano".  

 Il Papa, vicinanza alle vittime

Il Papa ha appreso "con grave dolore le notizie circa gli attacchi contro due centri medici a Kyiv, tra cui il più grande ospedale pediatrico ucraino, nonché contro una scuola a Gaza - riferisce la Sala Stampa della Santa Sede -. Il Papa manifesta il suo profondo turbamento per l'accrescersi della violenza. Mentre esprime vicinanza alle vittime e ai feriti innocenti, auspica e prega che si possano presto identificare percorsi concreti che mettano termine ai conflitti in corso"

 

TiscaliNews   
I più recenti
Attacco israeliano su campo profughi di Nuseirat, 5 morti
Attacco israeliano su campo profughi di Nuseirat, 5 morti
Corea del Nord, Kim incontra delegazione militare russa
Corea del Nord, Kim incontra delegazione militare russa
Nyt, 'Biden sta accettando l'idea di lasciare la corsa'
Nyt, 'Biden sta accettando l'idea di lasciare la corsa'
Nbc, 'lo staff di Biden si prepara, siamo vicini alla fine'
Nbc, 'lo staff di Biden si prepara, siamo vicini alla fine'
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...