##A Kiev estremo saluto a Kravchuk, primo presidente Ucraina moderna

##A Kiev estremo saluto a Kravchuk, primo presidente Ucraina moderna
di Askanews

Milano, 17 mag. (askanews) - A Kiev estremo saluto al primo presidente dell'Ucraina moderna Leonid Kravchuk. Tra gli altri, giunti a portare dei fiori e a riservagli il proprio ricordo, il capo di stato Volodymyr Zelensky.Kravchuk si è spento a 88 anni, dopo una lunga malattia. È stato una figura chiave per l'Ucraina: sottopose a referendum l'indipendenza dell'Ucraina nel 1991 che passò con il 90%. Kravchuk divenne presidente lo stesso giorno. Ed è quindi uno di quei leader comunisti che Vladimir Putin ha incolpato di "errori storici e strategici" che hanno accelerato il crollo dell'Unione Sovietica.Alla camera ardente sono giunti, in particolare, il sindaco di Kiev Vitali Klitschko, il capo dell'amministrazione militare della capitale Nikolai Zhirnov, il ministro della Difesa Oleksiy Reznikov, il ministro della Cultura e della politica dell'informazione Oleksandr Tkachenko e l'ex presidente della Verkhovna Rada di Ucraina Oleksandr Moroz.Oltre a Zelensky, anche il secondo presidente dell'Ucraina Leonid Kuchma, il terzo Viktor Yushchenko e il quinto dell'Ucraina Petro Poroshenko sono andati alla cerimonia di congedo.Zelensky, insieme con la moglie Olena, era in completo nero a lutto, circondato da due guardie. Ha deposto un mazzo di fiori presso la bara e ha onorato la memoria di Kravchuk con un minuto di silenzio.Figlio di un soldato dell'Armata Rossa, morto mentre combatteva contro la Wehrmacht, Kravchuk visse la sua infanzia sotto l'occupazione nazista, vedendo i tedeschi giustiziare gli ebrei davanti ai suoi occhi di bambino. Da grande divenne un astuto burocrate, si formò come "apparatchik" sovietico, ma seppe anche adottare la causa dell'indipendenza ucraina e divenne il primo presidente democraticamente eletto del suo paese. Da presidente accettò di rinunciare alla quota dell'Ucraina dell'arsenale nucleare sovietico in cambio di garanzie di sicurezza.