“Ci aiutaste a ripartire, siamo con voi”, la solidarietà del Bild al popolo italiano

Nell'immagine simbolo c'è Martina Papponetti, infermiera 25enne che lavora nell’Ospedale di Bergamo

“Ci aiutaste a ripartire, siamo con voi”, la solidarietà del <i>Bild</i> al popolo italiano
TiscaliNews

Bild Zeitung, il giornale più letto in Germania, ha mandato all’Italia un messaggio di fratellanza e di vicinanza. E lo ha fatto dedicando al nostro Paese un’intera sezione del quotidiano. “Siamo con voi”, è stato scritto a caratteri cubitali sopra la foto di Martina Papponetti, infermiera 25enne che lavora nell’Ospedale di Bergamo, una delle città più colpite dal Coronavirus. Sopra la ragazza una sorta di arco che unisce la bandiera tedesca al tricolore italiano.

Piangiamo insieme a voi per i vostri i morti. Vi siamo vicini in questo momento di dolore perché siamo come fratelli. Ci avete aiutato a far ripartire la nostra economia - si legge sul Bild -. Ci avete portato cose buone da mangiare. Improvvisamente anche da noi c’erano antipasti, farfalle, tiramisù. Non più solo crauti e patate e polpettone”. “L’Italia, il Paese che è sempre stato nel nostro cuore: Vi venivamo a trovare con il maggiolino, sulla Riviera, a Rimini, poi a Capri, Venezia e in Toscana. Cercavamo il mare azzurro e il profumo dei limoni, canticchiando Umberto Tozzi e Paolo Conte, ‘Un gelato al limone’”.

Una dichiarazione di amicizia che in qualche modo tenta di cancellare le tensioni che hanno portato in qualche modo i due paesi ad allontanarsi. “Volevamo sempre essere un po’ come voi. Con la vostra rilassatezza, la vostra bellezza, la vostra passione. Volevamo saper cucinare la pasta come voi, bere Campari come voi, amare come voi. La dolce vita. Per questo vi abbiamo sempre invidiato. Ora vi vediamo lottare. Vi vediamo soffrire. Anche da noi, la situazione non è facile, ma da voi è mille volte più difficile. Infermiere sfinite che dormono su una sedia. Medici che devono decidere chi può sopravvivere e chi deve morire. Siete sempre nei nostri pensieri. Ce la farete. Perché siete forti. La forza dell’Italia è donare l’amore agli altri. Ciò vi aiuterà a uscire da questa crisi. Ciao, Italia. Ci rivedremo presto. A bere un caffè, o un bicchiere di vino rosso. In vacanza oppure in pizzeria”.