Tiscali.it
SEGUICI

Kiev: “Mosca sta attaccando su tutta la linea del fronte". In 4mila evacuati dalla regione di Kharkiv

Colpiti condomini, abitazioni private e infrastrutture. Dopo l'assalto russo cominciato due giorni fa nella regione di Kharkiv, l’esercito ucraino lascia le posizioni

TiscaliNews   
Quattromila evacuati dalla regione di Kharkiv (Ansa)
Quattromila evacuati dalla regione di Kharkiv (Ansa)

Le notizie che arrivano dall’Ucraina sono sempre più cattive: nelle ultime 24 ore, l'esercito del Cremlino ha attaccato su tutta la linea del fronte ucraino. Lo ha riferito lo stato maggiore di Kiev nel report della mattina aggiungendo che in totale ci sono stati 155 combattimenti sul terreno. L'esercito russo ha lanciato 13 attacchi missilistici e 118 attacchi aerei, oltre a 120 razzi, sulle posizioni delle truppe ucraine e nelle aree popolate. Colpiti condomini e abitazioni private, oltre alle infrastrutture. Secondo l'esercito ucraino le forze del Cremlino stanno subendo gravi perdite: i soldati russi che hanno perso la vita in battaglia solo nell'ultimo giorno sarebbero 1.260.

Oltre 4mila persone evacuate dalla regione di Kharkiv

Più di 4.000 persone sono state evacuate dalle zone di confine della regione ucraina di Kharkiv, come ha dichiarato il governatore Oleg Synegubov in seguito all'offensiva russa iniziata venerdì. "In totale, 4.073 persone sono state evacuate", ha scritto Synegubov sui social, un giorno dopo che le forze russe hanno rivendicato la conquista di cinque villaggi nella regione.

Sulla regione di Kharkiv, la Russia rivendica la conquista di altri quattro villaggi ucraini dopo quelli dei giorni scorsi. Si tratta di Gatische, Krasnoye, Morokhovets e Oleinkovo, riferisce il ministero della Difesa di Mosca citato dalla Tass.

Guardia nazionale ucraina costretta a lasciare la posizione

L'unità Gostri Kartuzi delle forze speciali Omega della Guardia nazionale ucraina ha dichiarato ieri sera di essere stata costretta ad abbandonare alcune posizioni nel nord della regione di Kharkiv per il pesante assalto russo e che aree popolate sono passate sotto il controllo nemico. "Alle 14 (di sabato) sono iniziate battaglie per Glubokoye, di importanza strategica. Le perdite russe sono massicce, ma continuano a fare pressione e in alcuni punti hanno avuto successo", si legge nel messaggio dell'unità su X che ha anche postato un video in cui si vede una colonna di fanteria russa in movimento a sud del villaggio di Morokhovets.

Mosca: 4 morti nel crollo di un palazzo a Belgorod

Da parte sua, anche Mosca fa la conta dei danni. Secondo il canale Telegram russo Baza, vicino ai servizi, nel crollo seguito a una esplosione di una parte di un palazzo nella città di Belgorod il bilancio provvisorio è di almeno quattro morti e 35 feriti, tra cui due bambini di cui uno in gravi condizioni.

"Oltre 10 persone sotto le macerie a Belgorod"

"Secondo le prime informazioni, ci sono più di dieci persone sotto le macerie". Lo riferiscono a Interfax i servizi di emergenza russi sul luogo del crollo dell'edificio di 10 piani a Belgorod. Altre sezioni dell'edificio potrebbero crollare, sono in corso le evacuazioni. Stamattina sulla città e nella regione era stato dichiarato un allarme anti missile, con la raccomandazione ai residenti di scendere nei rifugi. Secondo le autorità locali, il crollo è dovuto a un attacco ucraino.
"La città e il distretto di Belgorod sono stati sottoposti a massicci bombardamenti da parte delle forze armate ucraine. A seguito di un colpo diretto di una granata su un condominio", l'intera sezione "dell'ingresso dal decimo al primo piano è crollato". Lo afferma il governatore dell'oblast di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, sul suo canale Telegram, citato dall'agenzia Ria-Novosti. L'agenzia Tass parla invece di almeno 300 appartamenti danneggiati in 85 palazzine residenziali e 4 case monofamiliari e 14 imprese commerciali, sempre a Belgorod, a causa di "intensi cannoneggiamenti" da parte dell'esercito ucraino.

Nuovo attacco ucraino a 2 raffinerie russe

Intanto c’è stato un nuovo attacco ucraino durante la notte alle raffinerie di petrolio in territorio russo di Volgograd: i droni dei servizi speciali militari hanno colpito l'impianto Kaluganefteprodukt e la Novolipetsk Metallurgy Plant di Volgograd, come hanno riferito fonti a Rbc-Ukraine. Il governatore della regione meridionale russa Volgograd Andrey Botcharov ha confermato l'attacco spiegando che le fiamme sono già state spente nella raffineria di Kaluga, di proprietà Lukoil, e non ci sono state vittime. Il ministero della Difesa russo ha affermato di aver intercettato un totale di otto droni ucraini durante la notte.

TiscaliNews   
I più recenti
Grande frana in Papua Nuova Guinea, 'ci sono morti'
Grande frana in Papua Nuova Guinea, 'ci sono morti'
Mosca ammette la responsabilità dell'Isis nell'attacco a Crocus
Mosca ammette la responsabilità dell'Isis nell'attacco a Crocus
Spagna, crolla un ristorante a Maiorca: 4 morti e decine di feriti
Spagna, crolla un ristorante a Maiorca: 4 morti e decine di feriti
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...