Volotea conquista un altro hub: spagnoli in rapida ascesa con otto nuove destinazioni fisse

La compagnia specializzata nei piccoli e medi aeroporti farà tappa fissa a Cagliari. Previsti voli per Ancona, Napoli, Genova e altre città

dida:
Codice da incorporare:

Taglio del nastro per Volotea a Cagliari. La compagnia spagnola in rapida ascesa sui cieli sardi ha inaugurato la sua nuova base nello scalo aeroportuale del capoluogo sardo con uno speciale volo intorno all'isola a cui hanno partecipato Carlos Munoz, presidente e fondatore Volotea, i vertici della Regione Sardegna e della Camera di Commercio di Cagliari, il presidente della società di gestione aeroportuale Sogaer Gabor Pinna e l'ad Sogaer Alberto Scanu. Un salto di qualità importante per lo scalo cagliaritano, ma anche per il vettore specializzato nei collegamenti fra medie e piccole destinazioni, che pensa già agli sviluppi futuri del suo business in Sardegna: "Quasi l'80% della popolazione in Euorpa abita in città medie e piccole e non nelle grandi capitali. Ma l'industria oggi concentra l'80% dell’offerta proprio nei grandi hub. Noi siamo nati per cambiare questo paradigma, questo è il senso di Volotea”, ha spiegato Carlos Munoz durante la conferenza stampa in volo.

Volotea conquista un altro hub

"La validità di questo modello è attestata dallo sviluppo costante delle nostre 12 basi precedenti. Dalle prime di Venezia e Nantes a quella di Cagliari, che oggi diventa la nostra tredicesima base, pensiamo ancora una volta di confermare l'esperienza finora consolidata”. Il fondatore di Volotea ha poi spiegato che l’investimento del vettore spagnolo in Sardegna è importante, con due Airbus di stanza a Cagliari, sette le nuove rotte da e verso l'estero e otto destinazioni domestiche, per un totale di 15 destinazioni, 10 delle quali esclusive. Saranno 50 le persone impiegate nella base sarda, tra piloti e personale di volo, impegnate tutto l’anno nei collegamenti da e per le otto destinazioni domestiche di Ancona, Napoli, Genova, Palermo, Pescara, Torino, Venezia e Verona.

Le future destinazioni

Le rotte internazionali collegheranno Cagliari con Bordeaux, Lione, Marsiglia, Strasburgo, Tolosa e Praga. “In tutto sono 2800 voli l’anno con un incremento del 44% rispetto al 2018 e 415 mila posti in vendita. Un investimento importante, nel quale crediamo molto. Per questo alla Regione Sardegna diciamo: aiutateci ad aiutarvi nel collegare meglio l’isola durante tutto l’anno”. Un chiaro riferimento alla continuità territoriale aerea che le istituzioni regionali hanno appena varato dopo aver sciolto gli ultimi nodi con l’Europa.

"Oggi raccogliamo i frutti di una partnership nata nel 2012 che fin dalle prime settimane di operatività di Volotea ha portato a importanti risultati in termini di traffico e passeggeri trasportati- ha dichiarato il presidente Sogaer Gabor Pinna. “Negli anni abbiamo consolidato i rapporti con Volotea collaborando in maniera molto mirata per offrire un ventaglio di destinazioni che potesse soddisfare al meglio le esigenze di mercato. Volotea ha creduto nel nostro potenziale di mercato e noi nel progetto di business del vettore spagnolo, che sembrava perfetto per il nostro aeroporto: l’inaugurazione della base è dunque una naturale evoluzione di questa partnership che ci permette di guardare con ottimismo al futuro”.

Dello stesso parere Alberto Scanu, Ad Sogaer: “Mi fa piacere pensare che questa cerimonia non rappresenti un punto di arrivo ma l’inizio di un lungo percorso di collaborazione. Avere una base significa che avremo dei voli operativi da Cagliari anche nei mesi invernali, in un periodo in cui tradizionalmente l’offerta si comprime e questo darà un contributo notevole agli sforzi di destagionalizzazione turistica portati avanti finora.

Per la Regione Sardegna erano presenti gli assessori al Turismo Gianni Chessa, quello ai trasporti Giorgio Todde e quello all’Urbanistica Quirico Sanna. “Un grazie a chi ha creduto in un progetto insieme commerciale e politico, che fa crescere la Sardegna”, ha detto Chessa durante il volo inaugurale sopra i cieli dell’isola.