Visco: rischio aumento sofferenze, banche rafforzino patrimonio

Visco: rischio aumento sofferenze, banche rafforzino patrimonio
di Askanews

Roma, 16 set. (askanews) - I crediti deteriorati delle banche rischiano di aumentare per la crisi del coronavirus e gli istituti di credito devono quindi provvedere a rafforzare il patrimonio. Lo ha sottolineato il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, secondo cui "fino a oggi l'espansione dei prestiti è stata sostenuta dalle garanzie pubbliche. Data la struttura della nostra economia, composta prevalentemente da piccole e medie aziende, con il consolidarsi della crescita le banche si troveranno a dover fronteggiare nuove domande di finanziamenti non più assistite da tali garanzie"."Si può prevedere - ha spiegato il governatore al comitato esecutivo dell'Abi - una risposta nel complesso positiva: una restrizione del credito finirebbe per ritorcersi sugli stessi bilanci bancari, ostacolandone il necessario rafforzamento; i rischi di una crescita delle sofferenze e delle 'inadempienze probabili' prodotta da questa gravissima fase recessiva andranno fronteggiati con adeguati mezzi patrimoniali".Un aumento generalizzato "delle richieste di escussione delle garanzie potrebbe altresì determinare ripercussioni sulle finanze pubbliche; queste non potranno che essere coperte con una sostenuta ripresa dell'economia, favorita dai prestiti bancari, oltre che con il necessario, progressivo, ritorno alla prudenza nelle politiche di bilancio"."Per evitare - ha aggiunto Visco - che l'incertezza riguardante la capacità delle imprese di onorare regolarmente i pagamenti incida sulle condizioni di offerta del credito, frenando la crescita, vanno rese rapidamente operative le misure già introdotte per rafforzarne, ove possibile, il patrimonio".Glv