Ubs vede nubi su prospettive crescita globale: "Di male in peggio"

Ubs vede nubi su prospettive crescita globale: 'Di male in peggio'
di Askanews

Roma, 18 gen. (askanews) - "Di male in peggio". Così gli economisti del gigante bancario della Svizzera, Ubs giudicano gli sviluppi delle prospettive di crescita globale. Con una nota di aggiornamento sulla congiuntura mondiale, rilevano che oltre ai dati di ottobre sono ora disponibili anche indicazioni su quasi tutto novembre e di parte di dicembre: "purtroppo le cose appaiono peggiorate, non migliorate".Nelle economie avanzate il recupero è sparito, rilevano da Ubs, il rimbalzo dell'America Latina sui sta affievolendo, Europa e Medio Oriente sono in contrazione l'Asia ha perso slancio. E la maggior parte dei segnali negativi non viene da indagini, precisano dalla banca, ma da dati concreti.In una analisi specifica sulla Cina, gli analisti di Ubs spiegano poi che le prospettive dipenderanno in ampia misura da come si evolverà la trattativa sulle dispute commerciali con gli Usa (che secondo indiscrezioni di stampa di oggi farebbe progressi positivi). Dal più 6,9 per cento del Pil 2017 prevedono un rallentamento dal 6,5 per cento sull'insieme del 2018 e al 6,1 per cento nell'anno appena iniziato. Ma sempre sulla Cina non si escludono "sorprese positive".