Tim accelera su fibra ottica in "aree bianche" comunità montane

Tim accelera su fibra ottica in 'aree bianche' comunità montane
di Askanews

Roma, 14 ago. (askanews) - Nuovi impianti per la telefonia mobile e nuove reti in fibra ottica. Tim, anche in accordo con Uncem, accelera sulla fibra ottica e porta la banda ultralarga a due terzi delle famiglie (65%) residenti nelle "aree bianche", montane, alpine e appenniniche, coprendo in circa 5 mesi oltre 2 mila comuni. In oltre 50 località segnalate da Uncem, a seguito della mappatura di un anno fa sulla mancanza di rete mobile, Tim ha investito in nuovi ripetitori e servizi, dando concretezza a quanto auspicato negli Stati generali della Montagna e in quanto previsto dalla legge 158 del 2017 sui piccoli Comuni. Entro dicembre Tim, come annunciato dall'ad Luigi Gubitosi a Roccaraso, in occasione degli Stati generali della Montagna convocati dal ministro Francesco Boccia, alla presenza del ministro Paola Pisano, punta a portare la fibra al al 90% delle famiglie a livello nazionale. In particolare, i comuni che verranno raggiunti dal piano saranno oltre 5 mila, molti dei quali nelle "aree bianche", montane e rurali. Rispetto alla fibra, Uncem è soddisfatta per l'intenso programma di attivazioni Tim che ha interessato ad ora circa 11.000 armadi stradali. L'infrastruttura per tutti è uno dei punti fermi dell'accordo sottoscritto con il Ministero per l'Innovazione."È stato fatto un positivo lavoro - spiega il Sindaco di Pomaretto (TO) Danilo Breusa - e ora la fibra raggiunge le famiglie del paese. Ringrazio Tim e Uncem per il lavoro che stanno facendo insieme, anche verso il 5G che confidiamo possa arrivare presto nelle nostre valli alpine olimpiche"."Attendevamo di poter navigare ad alta velocità da tempo - evidenzia la sindaca di Perosa Argentina (TO) Nadia Brunetto - ora finalmente è possibile e riduciamo il divario digitale che tanto mette in crisi i nostri territori".Dal Piemonte alla Sardegna. "A Sennariolo e Santu Lussurgiu - spiegano i Sindaci Diego Logi e Giambattista ledda - abbiamo finalmente la fibra che arriva agli armadi Tim. È molto importante perché i cittadini soffrono per la mancanza di connettività. Azioniamo una leva di futuro e guardiamo ai prossimi mesi e anni come quelli del riscatto, anche grazie ai fondi del Recovery Fund che arriveranno. Combattiamo così spopolamento e abbandono. I borghi devono tornare a vivere, anche grazie a smart working, a un nuovo turismo, all'internet delle cose". Azioni importanti Tim a Carcoforo, Cossato, Angrogna e Torre Pellice, dove sono stati installati nuovi ripetitori LTE, per la telefonia mobile. Soddisfatti, per la fibra all'armadio Tim, anche i Sindaci di Bardonecchia Francesco Avato, di Porte Laura Zoggia.A Robassomero, il vicesindaco Antonio Massa è ottimista per il futuro. Il suo comune è la porta delle Valli di Lanzo: "Aspettavamo da tempo interventi strutturali. Le infrastrutture digitali permettono di dare moderni servizi. Se non le abbiamo, restiamo indietro L'arrivo della fibra ottica, finalmente - afferma Massa - risolve un problema storico anche per un Comune di fondovalle come il nostro. Stiamo parlando di diritti di cittadinanza da vincere. Li stiamo garantendo e ringrazio Tim per il lavoro che ha fatto e che vorrà fare in accordo con Uncem".