Al via le domande per ricevere fino a 2.000 euro dall’INPS per figli studenti con ISEE oltre i 40.000 euro

A partire dal 27 gennaio 2021 sarà possibile inviare le richieste all’Ente previdenziale unicamente per via telematica tramite compilazione di un modulo

TiscaliNews

Dal 27 gennaio 2021 sarà possibile inviare le richieste Inps, unicamente per via telematica, per ottenere fino a 2.000 per figli studenti con ISEE oltre i 40.000 euro. Accedendo nel portale inps.it il richiedente dovrà cliccare sulla voce “Inserisci domanda” il modulo in cui già compaiono i propri dati. Dovrà solo aggiungere il suo numero di telefono o di cellulare, un indirizzo di posta elettronica e il codice IBAN. Se non si ha un conto corrente bancario o postale, l’utente potrà indicare il numero di una carta prepagata valida alla ricezione di bonifici dalla pubblica amministrazione.

I costi universitari

Questa agevolazione serve a ‘smaltire’ un po’ di spese che gravano sui portafogli dei genitori man mano che i figli avanzano con gli studi. I costi universitari sono onerosi, anche perché in genere gli studenti lavorano fuori sede. Si tratta di borse di studio che l’INPS conferisce in riferimento all’anno accademico 2018/2019 ad alcuni studenti. L’importo minimo è di 1.000 euro e riguarda i corsi di specializzazione cui l’universitario si iscrive dopo la laurea.

L'importo degli assegni

Gli assegni di importo pari a 2.000 euro spettano invece agli studenti che frequentano corsi di laurea triennale o magistrale. Le borse di studio sono assegnate anche gli studenti di Conservatori, Istituti musicali e Accademie di belle arti. Per partecipare alla selezione è indispensabile il conseguimento dei crediti previsti dall’anno accademico e una media ponderata di 24/30. Per le borse relative a corsi post lauream occorre invece il possesso di una votazione non inferiore a 92/110. Per quanto concerne i requisiti reddituali bisogna considerare il punteggio corrispondente alle fasce di reddito ISEE in cui rientra il richiedente. Ad esempio fino a 8.000 euro l’INPS riconosce 14 punti, entro la soglia dei 32.000 euro 6 punti, e 2 punti per redditi superiori ai 40.000. Altre informazioni possono essere attinte dal portale Inps.