Spese condominiali, è possibile detrarle?

Spese condominiali, è possibile detrarle?
di Adnkronos

(Adnkronos) - Tutti coloro che vivono in un condominio sanno che ogni anno sono tenuti a versare una quota di spese condominiali relative alle più diverse voci di spesa. Allo stesso modo ogni condomino dovrebbe essere a conoscenza del fatto che le spese condominiali si dividono in ordinarie e straordinarie. Ma forse non tutti sanno che è possibile detrarre parte delle spese sostenute. Vediamo quale tipologia di spesa è detrabile e in che modo recuperare una parte della somma pagata.

Tipologia di spese condominiali

Le spese condominiali possono essere ordinarie o straordinarie. Nella prima categoria sono da annoverare:

• spese di pulizia delle parti comuni

• spese di manutenzione ordinaria di ascensori, citofoni, cancelli

• spese di controllo e riparazione impianti di illuminazione

• spese per la riparazione di tubature idrauliche e cavi elettrici dovute a normale usura

• spese per la manutenzione di giardini, aiuole e aree verdi del condominio

• spese per il pagamento delle utenze relative alle parti comuni

• spese per il pagamento di premi assicurativi e imposte

• spese per il compenso dell'amministratore

• spese di cancelleria

Oltre alle spese di ordinaria amministrazione e conservazione il condominio potrebbe effettuare spese straordinarie, inerenti per esempio a interventi di ristrutturazione dell'immobile. Le spese straordinarie se sono di rilevante entità, devono essere autorizzate dalla maggioranza qualificata dei condomini. Inoltre, in tal caso il condominio deve costituire un apposito fondo a copertura dell'importo dei lavori straordinari da effettuare.

Nello specifico le spese ritenute straordinarie sono quelle:

• per riparazione di danni dovuti a eventi naturali come terremoti

• per la ricostruzione totale o parziale di un impianto

• per la sostituzione dell'argano dell'ascensore

• per l'adeguamento degli ascensori alle norme di sicurezza

• per la realizzazione di nuove opere atte a ristabilire la normale funzionalità venuta meno a causa di mancanza di manutenzione ordinaria o a causa di eventi di forza maggiore

Quali spese detrarre e come fare?

A prescindere dal fatto che si tratti di spese condominiali ordinarie o straordinarie, alcune di esse possono essere detratte. Ecco quali sono le più importanti:

• modifica o ristrutturazione della facciata

• interventi di riqualificazione energetica

• lavori di impermeabilizzazione di aree esposte come tetti e coperture

• riparazione o sostituzione di impianti e delle parti comuni

• rifacimento e messa in sicurezza di scale e ascensori

• interventi di ristrutturazione edilizia

Per questi interventi la detrazione delle spese varia in base alla tipologia e alla portata dell'intervento effettuato.

Per ottenere la detrazione delle spese condominiali si deve inserire nel modello 730 quelle effettivamente effettuate nell'anno precedente a quello di presentazione della dichiarazione dei redditi. Alla presentazione deve essere allegata la certificazione rilasciata dell'amministratore di condominio che attesti la quota delle spese detraibili versata.

Inoltre, l'amministratore di condominio è tenuto a inviare per via telematica all'Agenzia delle Entrate una comunicazione contenente l'elenco dei singoli interventi effettuati e le quote di spesa attribuite a ciascun condomino. In tal modo l'Agenzia potrà inserire nel modello 730 di ciascun contribuente le detrazioni spettanti.

La detrazione viene ripartita in dieci quote annuali di pari importo.