Rider, Procura Milano impone a 4 società 60 mila assunzioni

di Askanews

Milano, 24 feb. (askanews) - Non più lavoratori autonomi occasionali pagati a cottimo, ma lavoratori para subordinati con garanzie su malattia, ferie e permessi. E' una vera e propria rivoluzione per il mondo dei rider quella avviata dalla procura di Milano. Perchè sul piano pratico la magistratura milanese impone alle 4 principali società di food delivery attive sul territorio nazionale (Eats, Just Eat, Glovo e Deliveroo) ad assumere con un contratto di lavoro parasubordinato oltre 60 mila ciclo fattorini che finora erano inquadrati come autonomi occasionali e pertanto venivano pagati un tot per ciascuna consegna."Non sono schiavi, ma cittadini che hanno bisogno di una tutela giuridica", ha messo in chiaro il procuratore Francesco Greco.Le società coinvolte avranno 90 giorni di tempo per regolarizzare i rider."Non va dimenticato - ha aggiunto il procuratore Greco - che "i rider hanno svolto una funzione essenziale durante il lockdown, perchè portavano cibo a casa della gente e perchè, con il loro lavoro, hanno permesso la sopravvivenza di molte aziende della ristorazione". L'inchiesta milanese ha finora portato a 6 indagati per violazione della normativa sulla sicurezza e la tutela nei posti di lavoro e a sanzioni per oltre 733 milioni di euro alle società coinvolte.