Tiscali.it
SEGUICI

[Il punto] Reddito di cittadinanza: on line il modulo Inps per presentare la domanda

In realtà si tratta di 3 moduli (sigla SR180, SR181 e SR182) che per ora non compaiono sul sito del governo dedicato al Rdc. Ovviamente le indicazioni potrebbero essere riviste perché esposte al rischio di modifiche nell’iter parlamentare ancora in atto.

Ignazio Dessìdi I. Dessì   
Inps, pronti i moduli per la richiesta del Reddito di cittadinanza (Ansa)
Inps, pronti i moduli per la richiesta del Reddito di cittadinanza (Ansa)

L’Inps ha messo on line sul proprio sito il modulo per fare la domanda di reddito di cittadinanza.  E' possibile trovarlo tramite la sezione Tutti i moduli. Il 6 marzo si partirà con le domande e, da tale data, le richieste potranno essere presentate ogni mese. Da tener presente che le richieste per godere del beneficio dovranno essere inoltrate on line, consegnate agli uffici postali o attraverso i Caf.

A ben vedere si tratta di tre moduli (sigla SR180, SR181 e SR182) che richiamano nel loro contenuto le norme del Decretone. Ovviamente tali indicazioni potrebbero essere riviste perché esposte al rischio di modifiche durante l’iter parlamentare ancora in atto. Il decreto in questione è stato infatti approvato al Senato ma dovrà passare il vaglio della Camera e tornare a Palazzo Madama per l’ok definitivo.

L'iter parlamentare

Da considerare – in effetti – che ci sono state alcune modifiche in questi giorni, come per esempio le strette sugli extracomunitari che sono adesso chiamati a presentare documentazione aggiuntiva recuperata nei Paesi d’origine e tradotta in italiano. Oppure l’attenzione richiesta riguardo a separazioni e divorzi con maggiori controlli della polizia locale sui cambi di residenza.

La card del Reddito di cittadinanza (Ansa)

In ogni caso la domanda vera e propria dovrebbe essere quella del modulo SR180, dove vengono riepilogati nella prima parte tutte i requisiti di accesso al beneficio. Nove pagine tra le quali figurano gli spazi per l’inserimento di dati personali, di residenza, situazione familiare ed economica. Dati e numeri necessari anche per il calcolo dell’entità del sussidio.

I requisiti

A questo proposito non è inutile riepilogare i requisiti base: chi fa domanda deve essere maggiorenne e cittadino italiano o dell’Ue, oppure, suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo. Bisogna essere residenti in Italia da almeno 10 anni, gli ultimi due anni in modo continuativo. Quanto al lato economico la famiglia deve avere un Isee inferiore a 9.360 euro, inoltre un patrimonio immobiliare (esclusa la casa di abitazione) non superiore a 30mila euro. Patrimonio mobiliare non superiore a 6mila euro se single. Il valore viene incrementato a seconda del numero dei familiari fino a 10.000 euro (mille euro in più per ogni figlio oltre il secondo). Previsti 5mila euro in più se ci sono familiari con disabilità. Il valore del reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui, viene moltiplicato per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare, incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente maggiorenne e di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1). Qualora la famiglia viva in affitto, la soglia è elevata a 9.360 euro. Occorre inoltre non essere in possesso di un’auto immatricolata negli ultimi 6 mesi o di veicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc o moto di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati negli ultimi 2 anni.

Veridicità delle dichiarazioni e precisazioni

Alla fine del modulo indicato dall'Inps si invita a prendere atto di alcune cose determinanti: ci possono essere controlli e il beneficio può andare incontro a cambiamenti in caso di occupazione. Si precisa inoltre che la cifra accreditata sulla card va spesa tutta altrimenti, nel successivo mese, si applica un taglio del 20% sull'importo. Si mette infine in chiaro come la mendacità delle dichiarazioni può comportare la revoca o decadenza dal beneficio e perfino il carcere.

C'è poi una precisazione che vale la pena di ricordare: se i 6 miliardi messi a disposizione per il 2019 non dovessero bastare si potrà procedere a una riduzione dell’ammontare del sussidio. In poche parole chi chiede il reddito di cittadinanza deve tener conto della possibilità di riduzione dell’ammontare dell’assegno.

E gli altri due moduli cui si è accennato? Questi vanno compilati solo a integrazione o correzione della domanda principale. Per esempio in caso di variazioni relative alla situazione lavorativa o alla condizione famigliare, patrimoniale o finanziaria.

Ignazio Dessìdi I. Dessì   

I più recenti

Fondazione Crt, Venezia segretario generale a interim
Fondazione Crt, Venezia segretario generale a interim
Giorgetti, aggiustamento è pienamente alla nostra portata
Giorgetti, aggiustamento è pienamente alla nostra portata
Giorgetti, il deficit al 7,4% non incide sul Def
Giorgetti, il deficit al 7,4% non incide sul Def
Federacciai, a marzo -12,6% produzione acciaio su anno
Federacciai, a marzo -12,6% produzione acciaio su anno

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...