Tiscali.it
SEGUICI

Poste, Meloni: "Polis esempio virtuoso di realizzazione Pnrr"

di Adnkronos   
Poste, Meloni: 'Polis esempio virtuoso di realizzazione Pnrr'

Roma, 1 dic. (Adnkronos) - Il progetto Polis realizzato da Poste italiane "è uno straordinario esempio di come tutti i livelli istituzionali, il pubblico e il privato devono poter lavorare insieme per mettere a terra queste risorse" del Pnrr. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in un'intervista a Tg Poste. (VIDEO)

"Quello del Pnrr -ha aggiunto la premier- è uno degli obiettivi che ci hanno dato in questo anno maggiori grattacapi e maggiori soddisfazioni: maggiori grattacapi perchè parliamo del piano più imponente d'Europa e perchè ricordo quando di fronte alla proposta di cercare di sistemare il piano, di rivederlo in base alle mutate necessità, molti dissero si perderanno le risorse, questa cosa non si può fare. In poche settimane abbiamo ottenuto il pagamento della terza rata, abbiamo licenziato la quarta rata, saremo la prima nazione europea a ricevere la quarta rata, abbiamo modificato gli obiettivi del Pnrr concentrando quelle risorse su quello che era più necessario".Inserire qui il sottotitolo

"Se si ha il coraggio di fare le cose e si hanno le persone giuste che hanno voglia di far camminare questa nazione -ha rimarcato il presidente del Consiglio- i risultati si possono ottenere. Il progetto Polis è una di queste dimostrazioni, speriamo che tutti siano virtuosi come Poste italiane nella capacità di procedere speditamente, questi esempi aiutano. Intanto è un progetto che ha un significato bellissimo: abbiamo sempre detto che gli sportelli delle Poste erano una delle reti più diffuse in Italia e così è. E sarebbe stato folle da parte nostra non tentare di rendere più utile questa diffusione facendo una bellissima joint venture nella quale da una parte l'efficacia, l'efficienza di Poste italiane, e la sua capillarità, si sposano insieme ad una serie di servizi che oggi noi siamo in grado di portare a tutti i cittadini, anche a quelli che sono spesso sono stati cittadini di serie B, perchè per fare un semplice documento avevano mille difficoltà più degli altri".

"Oggi -ha concluso Meloni- si può fare e credo che la velocità di realizzazione dell'iniziativa sia anche uno degli esempi più belli di come il Pnrr va messo a terra e quindi sono molto soddisfatta del significato che questo progetto ha e di come lo stiamo realizzando".

Poste italiane rappresenta "un'eccellenza del nostro Paese, ne sono fiera". Ha sottolineato

"In Italia abbiamo diverse zone franche, diversi territori nei quali lo Stato a un certo punto ha deciso di indietreggiare, perché ha pensato che fosse troppo difficile risolvere il problema. Penso che uno Stato serio una scelta del genere non la possa fare, ma so anche che è molto difficile pensare di poter risolvere nello stesso momento, contemporaneamente tutti i problemi che abbiamo sul territorio nazionale. La più grande soddisfazione me l'ha data vedere il post di una mamma che era riuscita finalmente a portare suo figlio al parco a Caivano. A piccoli passi, si mette ogni giorno un pezzetto di mattone, lo si fa con il contributo di tutti, ma io non mollo finché non riesco a dimostrare che le cose possono cambiare".

"Sono certa che se riusciamo a farlo a Caivano -ha aggiunto la premier- noi saremo in grado di affrontare piano piano anche tutte le zone franche e restituire a cittadini che non possiamo permettere che siano cittadini di serie B, di avere esattamente gli stessi diritti che hanno tutti gli altri".

"Quando mi sono presentata alla Camera ho detto sono una persona abituata smentire i pronostici: intendo smentirne ancora molti, dopo un anno posso dire di averlo fatto". Ha affermato il presidente del Consiglio

"Se penso a quello che si diceva quando ancora si era in campagna elettorale sull'isolamento internazionale dell'Italia nel caso in cui ci fosse stato un Governo di centrodestra, segnatamente un Governo a guida Meloni; quello che si diceva sulla reazione che avrebbero avuto gli investitori in Italia; sull'economia che sarebbe crollata, sull'occupazione che si sarebbe persa, e guardo alla realtà di oggi -ha aggiunto la premier- dopo un anno sono contenta di aver smentito quei pronostici come spesso mi è accaduto di fare. Le delusioni ne ho avute tante, come sempre, sono una persona che non è mai completamente soddisfatta, pensa sempre che si possa fare meglio, sono convinta di dover fare ancora meglio".

"Viva l'orgoglio italiano". La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, scrive questo sulla cartolina che le viene proposto di inviare agli italiani durante l'intervista

"Dopo un anno da Primo ministro -ha spiegato la premier- ho girato tantissimo per il mondo, sapevo una cosa prima di fare il Primo ministro, non l'avevo capita neanche io a questo livello. Non ci rendiamo conto di quanta fame d'Italia ci sia nel mondo, di quanto rispetto per l'Italia ci sia nel mondo, di quanta voglia di Italia ci sia nel mondo. Siamo noi gli unici a non crederci, che non capiscono davvero il valore che questa Nazione ha, perchè fuori dai nostri confini lo vedono tutti. Allora se noi recuperiamo un po' d'orgoglio, se noi recuperassimo un po' della nostra consapevolezza, davvero non avremmo limiti". Ha concluso

di Adnkronos   

I più recenti

Francoforte si aggiudica la sede dell'Amla, Roma battuta
Francoforte si aggiudica la sede dell'Amla, Roma battuta
Referendum locale blocca l'espansione di Tesla in Germania
Referendum locale blocca l'espansione di Tesla in Germania
Cambiano i limiti, per neopatentati anche auto più potenti
Cambiano i limiti, per neopatentati anche auto più potenti
Borsa: Milano chiude positiva (+1,06%), rally di Tenaris e Banco
Borsa: Milano chiude positiva (+1,06%), rally di Tenaris e Banco

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...