P&G: cittadinanza di impresa, cinque pilastri di responsabilità

Codice da incorporare:
di Askanews

Milano, 7 ott. (askanews) - Cittadinanza di impresa: è il modello di Csr messo in atto di Procter & Gamble.Nel corso dei diversi panel che si sono svolti nella due giorni in Bocconi per il Salone della Csr e dell'innovazione sociale, la multinazionale di beni di largo consumo ha illustrato come si realizza questo modello che allarga il concetto di responsabilità sociale d'impresa, impegnando il soggetto economico in pratiche e azioni che vanno al di là del perimetro aziendale per agire su obiettivi di benessere sociale condivisi dalla comunità.Cinque i pilastri del modello: etica e responsabilità d'impresa, diversità e inclusione, parità di genere, impatto positivo sulle comunità, e sostenibilità ambientale."Per quanto riguarda l'etica e la responsabilità di impresa significa essere trasparenti con tutti i nostri clienti, con tutti i nostri fornitori, ovviamente con tutti i nostri dipendenti - spiega Riccardo Calvi, responsabile comunicazione di Procter & Gamble e Fater Smart - Per quanto riguarda invece l'impatto sulle comunità, o la responsabilità sociale, significa voler utilizzare tutte le risorse dell'azienda, anche iniziative commerciali, per sensibilizzare il grande pubblico verso temi di rilevanza sociale. Ad esempio adesso ne abbiamo due che si svolgono proprio in queste settimane: una a sostegno di Cesvi nei punti vendita Lidl contro il maltrattamento dei minori; e una invece che si svolge sulla piattaforma Amazon a favore di Lifegate grazie alla quale vogliamo installare due SeaBin, due cestini, nei porti del Cilento e uno a Roma Fiumicino per raccogliere plastica. Questi questi SeaBin sono in grado di raccogliere fino ad una tonnellata di plastica l'anno. Per quanto riguarda invece gli altri i pilastri, come diversità inclusione e parità di genere, vogliamo usare come azienda la nostra voce, e quella dei nostri marchi, per toccare temi socialmente rilevanti. Un esempio è la campagna che abbiamo ora on air con Olaz, #fearless, che vuol dire senza paura, che si rivolge a donne principalmente, ma anche agli uomini, e li invita a non aver paura di essere se stessi. O ancora con il sostegno ad esempio al Pride, che abbiamo da qualche da qualche anno. Quindi questo per noi significa essere buoni cittadini di impresa".