Olivicoltura: in Fvg annata 2021 forte calo, 2022 sarà ok

Olivicoltura: in Fvg annata 2021 forte calo, 2022 sarà ok
di Ansa

(ANSA) - UDINE, 28 MAG - L'olivicoltura in Fvg è una produzione di nicchia in continua crescita negli anni, ma con un andamento "alternato": all'ottima annata del 2020, che ha fatto segnare 20.000 quintali di olive molite, è seguito il drastico calo del 2021, con una produzione di non più di 8.000 quintali, mentre buone appaiono le prospettive per il 2022. I dati sono stati illustrati, a cura degli esperti dell'Ersa, nel focus "Annate olivicole 2020 e 2021 a confronto, prospettive per il 2022" nell'ambito della 17/a Olio e Dintorni, manifestazione della associazione Arc Oleis e Dintorni, nata per promuovere la produzione di qualità e la cultura dell'olio extravergine di oliva in Fvg, in corso a Oleis di Manzano fino a domani. Apprezzata in Italia e all'estero per la qualità elevata del suo extravergine, l'olivicoltura del Fvg, con 315 tonnellate di olive molite (a novembre 2021) e 43 tonn. di olio prodotto (pari a 0,1% della produzione nazionale, che è 79.651 t di olio d'oliva) è una produzione quantitativamente limitata, a confronto di altre regioni come Sicilia (138.275 t di olive molite), Puglia (127.556 t) o Toscana (51.986 t). Buone, hanno segnalato gli esperti, sono le prospettive per l'olivicoltura regionale per il 2022, "dato che ad annate di forte scarico seguono solitamente annate di produzione soddisfacente; molto dipenderà da variabili non sempre controllabili, come agenti patogeni o particolari condizioni climatiche". (ANSA).