Miniere 4.0 per spiare l'universo

Miniere 4.0 per spiare l'universo
di Ansa

(ANSA) - CAGLIARI, 16 NOV - La scommessa della riconversione è vinta. Dalla fine dell'estrazione del carbone ad oggi, le miniere del Sulcis sono diventate un laboratorio per la ricerca scientifica che ha pochi eguali al mondo. Punta di diamante è la "distillazione" dell'argon nel sito di Nuraxi Figus, il gas indispensabile per riuscire a 'vedere' la materia oscura, che occupa il 25% dell'universo, nell'esperimento Dark Side condotto sul Gran Sasso dall'Istituto nazionale di Fisica Nucleare. Partita un anno fa, la ricerca ha già dato risultati sorprendenti. E il ministero dello Sviluppo economico promuove a pieni voti il progetto avviato in Sardegna, e chiamato Aria. "Ci crediamo molto - conferma il viceministro Stefano Buffagni in occasione del convegno a Cagliari in cui sono stati illustrati gli esiti del primo anno di sperimentazione - Passiamo dal carbone alle stelle, e in questo modo portiamo le miniere nel futuro. Insomma, dalla fase di chiusura si arriva al rilancio".