Manovra, Bonomi: governo cerca dividendo elettorale non crescita

Manovra, Bonomi: governo cerca dividendo elettorale non crescita
di Askanews

Milano, 18 ott. (askanews) - Il governo del cambiamento "non ha prodotto una manovra di vero cambiamento: tutti comprendiamo che il dividendo che si ricerca è quello elettorale, non quello della crescita". Lo ha dichiarato il presidente di Assolombarda, Carlo Bonomi, nel corso del suo intervento all'assemblea generale dell'associazione. No, quindi, "alle promesse elettorali scassa bilancio e di scarso impatto su crescita e lavoro"."Abbiamo già pagato un prezzo elevato alle modalità con cui il governo è giunto ad aggiornare il Def, per poi modificarlo, senza per questo convincere mercati ed Europa - ha sottolineato Bonomi - Il punto di fondo non era e non è l'innalzamento del deficit 2019 al 2,4% del Pil. Se il maggior deficit fosse dovuto a un drastico innalzamento degli investimenti e degli stimoli alla crescita assumerebbe tutt'altro significato agli occhi di Europa, mercati e agenzie di rating e soprattutto al mondo delle imprese. Se invece - ha proseguito Bonomi - il maggior deficit si persegue per continuare sulla vecchia strada di miliardi aggiuntivi alla spesa corrente, come a tutti gli effetti avviene destinandoli a reddito di cittadinanza e prepensionamenti, ecco che allora le stime di maggior crescita del Pil del governo non risultano credibili e il debito pubblico continuerà a salire. Non saranno - ha concluso - 5 miliardi soli di investimenti pubblici in più a far salire il Pil dallo 0,9% potenziale a cui anche il governo lo stima, al +1,5% programmatico indicato dal governo stesso".