Intesa,Messina:possibile spread sotto 100;crescita Italia risalirà

Intesa,Messina:possibile spread sotto 100;crescita Italia risalirà
di Askanews

Washington, 18 ott. (askanews) - I vertici di Intesa SanPaolo, prima banca italiana, scommettono su un ulteriore miglioramento delle condizioni competitive dell'Italia con uno spread che potrebbe presto ridursi al di sotto dei 100 punti base se proseguirà l'azione del Governo, che i mercati stanno apprezzando. In questa chiave il consigliere delegato Carlo Messina e il presidente Gian Maria Gros-Pietro da Washington, dove stanno partecipando agli incontri annuali del Fondo Monetario Internazionale, segnalano come le prospettive di crescita internazionali per il 2020 siano comunque migliori dell'anno in corso e non ritengono preoccupanti gli ultimi dati, che indicano una crescita zero italiana nel terzo trimestre. L'istituto è pronto a fare la sua parte con un plafond di 100 miliardi di euro per sostenere gli investimenti delle imprese tricolori e a ridurre drasticamente le commissioni praticate sulle transazioni con carte elettroniche di piccolo importo, che assommano a un quarto del totale, per favorire il piano dell'Esecutivo di riduzione dell'uso del contante."Credo - ha affermato Messina - che sia comunque una manovra che ha un pregio che è quello di stabilizzare i conti e rendere meno a rischio il risparmio degli italiani. E consente di poter continuare un trend di discesa degli spread che io vedo con un posizionamento possibile al di sotto dei 100 punti base. Credo che oggi ci siano tutte le condizioni perchè il nostro Paese se continua con un approccio serio nelle proposte e serio nella relazione con le controparti internazionali ha tutte le prospettive di andare sotto i 100 punti base. Se pensate che Portogallo e Spagna sono tra i 60 e i 70 punti base i fondamentali del nostro Paese sono molto più solidi".Ottimismo anche sul versante della crescita. Secondo Messina anche se in questa fase "le aziende stanno intenzionalmente rimandando gli investimenti", è anche vero che "ci sono degli elementi di prospettiva che possono portare le aziende presso un processo d'investimento".A partire da progetto Italia con il quale si è creata un'infrastruttura "molto significativa dove secondo me hanno svolto un ottimo lavoro sia la Cassa Depositi e Prestiti, il gruppo Salini e le banche che hanno creato una infrastruttura per il sistema Paese. Questo - ha affermato Messina - può consentire, se vengono sbloccati i lavori, di accelerare elementi di crescita nel nostro Paese. Sono convinto che questo trend di crescita zero nel nostro Paese non sia preoccupante e può avere una sua componente di recupero. Il momento in cui diventano preoccupanti questi elementi è quando portano alla chisura delle aziende, alla riduzione significativa dei fatturati e alla riduzione dell'occupazione".