Industriali Italia-Francia, ora serve uno sforzo eccezionale

Industriali Italia-Francia, ora serve uno sforzo eccezionale
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 11 GIU - Le 'confindustrie' italiana e francese chiedono ora "uno sforzo eccezionale" su finanziamento dell'innovazione, semplificazione burocratica, rapidità nell'erogazione dei fondi Ue. La dichiarazione congiunta che chiude il forum economico a Roma di Confindustria e Medef, firmata dai due presidenti, Carlo Bonomi e Geoffrey Roux de Bezieux, avverte che "i prossimi mesi saranno decisivi", che i progetti del piano Next Generation Eu vanno ora "attuati senza indugio". Nel mettere a fuoco dieci punti chiave gli industriali dei due Paesi invocano, tra l'altro, "un accento forte sulle riforme strutturali" previste dai pnrr, ed una attenzione alla "dimensione sociale" perchè "è essenziale sostenere l'inclusione e l'occupabilità dei lavoratori e delle persone in cerca di lavoro". Tra le priorità indicate dagli industriali italiani e francesi, che in questa fase sul fronte dell'emergenza Covid "invitano i due Governi a intensificare ulteriormente la campagna di vaccinazione", e considerano "indispensabile" ora una "graduale revoca delle misure restrittive" ed "in modo coordinato" nei diversi Paesi europei, viene sottolineata "l'urgenza di un cloud europeo, lo sviluppo delle competenze digitali per soddisfare le esigenze del mercato del lavoro e l'equilibrio da trovare tra tra le sfide climatiche e le esigenze di produttività delle imprese". Intanto le due associazioni di industriali guardano alla 'opportunità' di confronto offerta dal prossimo B20, il business forum in occasione del G20, e si danno appuntamento per il prossimo forum economico bilaterale Confindustria-Medef, un appuntamento annuale, a Parigi nell'autunno 2022. (ANSA).