I colossi del Web campioni di ricavi e utili, Usa domina ma Cina accelera

I colossi del Web campioni di ricavi e utili, Usa domina ma Cina accelera
di Askanews

Milano, 20 ott. (askanews) - I giganti mondiali del Websoft campioni di ricavi e redditività nel 2020. Nessun freno dalla pandemia che anzi ha spinto ulteriormente il settore sul'acceleratore. E la corsa è proseguita anche nel primo semestre di quest'anno, registrando una crescita a doppia cifra dei ricavi (+31,1%) rispetto allo stesso periodo del 2020 e un boom dei profitti (+80,2%), che sfiorano mediamente i 27 milioni al giorno, quasi il triplo rispetto al 2018. E' quanto emerge dall'indagine annuale dell'Area Studi di Mediobanca sulle maggiori Software & Web companies mondiali.Nel 2020 il fatturato aggregato dei 25 giganti del settore Software&Web ha toccato quota 1.153 miliardi di euro, pari al 70% del Pil italiano. Gli Stati Uniti si sono spartiti la fetta maggiore: il 65% del fatturato è stato generato dai colossi Usa, seguito dalla Cina (27%) che guadagna quote e accelera. Il mercato è sempre più concentrato: i primi tre player - Amazon, Alphabet e Microsoft - rappresentano la metà dei ricavi aggregati WebSoft nel 2020 e Amazon (314,6 mld), in prima posizione dal 2014, ne concentra da sola oltre un quarto. Da notare che nel 2020, effetto anche della pandemia, sono usciti dalla top 25 tre colossi come eBay, Booking e Expedia. Nel primo semestre 2021 si registra l'impennata dei ricavi delle giovani asiatiche Meituan (+94,8%, operante in particolare nel food delivery) e Coupang (+72,8%, attiva nell'e-commerce), entrambe costituite nel 2010.Sul fronte occupazionale, nel 2020 le WebSoft occupano più di 3 milioni di persone nel mondo: +1,1 milioni rispetto al 2018, di cui +650 mila dalla sola Amazon. Quest'ultima, primo datore di lavoro nel settore, nel 2018-2020 ha raddoppiato i propri dipendenti: l'incremento risente prevalentemente dello sforzo profuso durante il periodo della pandemia che ha comportato un aumento delle assunzioni (+63% sul 2019).