Giovani Confindustria: la politica è distratta, ora ci ascolti

Giovani Confindustria: la politica è distratta, ora ci ascolti
di Ansa

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "Siamo a un anno dalle elezioni e nel pieno di passaggi politici cruciali, quindi è per noi questo il momento per rimettere al centro delle priorità l'industria, l'economia e i giovani, che al momento sono dimenticati. La politica è distratta". Il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Riccardo Di Stefano, sottolinea così la scelta di aver invitato i leader di partito al tradizionale convegno di Rapallo, domani e sabato. "Dai leader ci aspettiamo di avere una, ma anche più visioni, di quale futuro ci aspetta. Ci aspettiamo stabilità e responsabilità e vogliamo un'idea chiara di crescita". "La politica è distratta mentre noi vogliamo parlare di Europa, dei nuovi equilibri imposti dalla guerra, di lavoro specie per i giovani", dice il leader degli industriali under 40 che domani e venerdì tornano a incontrarsi, ed a confrontarsi in primis con la politica, per il tradizionale appuntamento con il convegno annuale dei Giovani Imprenditori a Rapallo. "Vogliamo un'idea chiara di crescita per le nostre imprese ma anche per il benessere della società e delle persone" prosegue Riccardo Di Stefano. E aggiunge: "Anche l'Ucraina sarà al centro della due giorni sia per le conseguenze per le imprese sia per la presenza dell'ambasciatore ucraino in Italia Melnyk Yaroslav e del ministro Kuleba in collegamento". Il programma è intenso. Tra molti interventi previsti spicca un forte focus sul confronto con i leader politici: in agenda per domani Giorgia Meloni e Antonio Tajani; per sabato Enrico Letta, Giuseppe Conte, Matteo Salvini e Matteo Renzi. (ANSA).