Gallerie d'Italia, a Milano arrivano i Marmi Torlonia

Gallerie d'Italia, a Milano arrivano i Marmi Torlonia
di Ansa

(ANSA) - MILANO, 24 MAG - Parte dalle Gallerie d'Italia d'Intesa Sanpaolo, dal 25 maggio al 18 settembre 2022, il tour della mostra "I Marmi Torlonia. Collezionare Capolavori. The Torlonia Mables. Collecting Masterpieces", che porta nel museo in Piazza della Scala 96 marmi, in un viaggio che dopo Milano toccherà anche diverse città internazionali. Il percorso è suddiviso in sei tappe, e altrettante stanze, che raccontano il Museo Torlonia, inaugurato nel 1875, in un viaggio che ripercorre a ritroso la storia del collezionismo di antichità dal XIX al XV secolo, portando al pubblico una parte degli oltre 660 pezzi che compongono la collezione. Si inizia con il Sarcofago Consolare della Via Ardeatina, una delle cinque nuove opere restaurate presenti nella mostra, così come la statua di Dace prigioniero, i busti di Antino e Domiziano e il gruppo con Leda e il cigno che chiude la mostra. "Non occorre certo che io parli di questa collezione che è riconoscimento indiscutibile della più importante raccolta di marmi classici. Questo tour che inizia a Milano ci auguriamo si concluda arrivando a dare una sede adeguata e definitiva a questa collezione. Importante è che questo tour europeo parta dalle Gallerie d'Italia di Piazza Scala dimostrando come queste Gallerie siano ormai considerate a livello internazionale e si inseriscono nel circuito delle migliori gallerie d'Europa" le parole del presidente emerito di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli. "Camminando tra imperatori romani, sculture e sarcofaghi mi ponevo questa domanda: questa mostra è più un dono che l'antica Roma fa a Milano, o che Milano fa all'antica Roma? Credo siano vere entrambe le cose, ma quel che è certo è che non è comune vedere in questa città una collezione simile, mentre dall'altro lato gli spazi delle Gallerie d'Italia possono dare veramente nuova vita a queste sculture, facendole respirare" le parole del curatore della mostra Salvatore Settis. (ANSA).