G20: domani debutto di Franco, con Visco un "tandem Bankitalia"

G20: domani debutto di Franco, con Visco un 'tandem Bankitalia'
di Askanews

Roma, 25 feb. (askanews) - Sarà un inedito tandem "targato Bankitalia" a guidare domani il G20 dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali, il primo a svolgersi in Italia nella storia ventennale di questo forum internazionale. Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, sarà al fianco del neoministro dell'economia Daniele Franco, che fino a pochi giorni fa era il suo vice in Via Nazionale. Prima di essere chiamato a far parte del governo dal premier Mario Draghi, anche lui ex numero uno di Palazzo Koch.Una triangolazione istituzionale tutta nuova che domani porterà Franco e Visco a confrontarsi (in modalità virtuale) con i loro omologhi dei maggiori paesi del mondo, tra cui l'americana Janet Yellen, al debutto come segretario al Tesoro Usa ma che al G20 ha già partecipato più volte come presidente della Federal Reserve. Sarà la prima delle quattro riunioni dei ministri delle finanze previste per il 2021, con un incontro speciale a Venezia in programma il 9 e 10 luglio. Poi il 30-31 ottobre a Roma ci sarà il vertice dei capi di Stato e di governo.La filiera finanziaria del G20 (Finance track) dall'inizio della pandemia sta lavorando per limitare l'impatto della crisi sull'economia globale. Nel meeting di domani ministri e governatori discuteranno il programma di lavoro e le priorità per il 2021, come la necessità di un maggiore coordinamento delle politiche economiche. Si parlerà non soltanto di ripresa sostenibile ma anche dei temi collegati a salute, ambiente, sostegno alle economie più fragili, tassazione internazionale e regolamentazione finanziaria.Il G20 è il forum che dal 1999 riunisce le principali economie del mondo e i paesi partecipanti rappresentano più dell'80% del Pil globale. Anche al G20 finanziario del 2013 c'era il governatore Visco e come ministro dell'economia era presente Fabrizio Saccomanni, che in quell'anno da direttore generale di Bankitalia era stato scelto dal premier Enrico Letta per guidare il Tesoro. E proprio Saccomanni a maggio del 2013 chiamò Franco per diventare Ragioniere generale dello Stato: era un periodo di ripartenza dopo la lunga crisi finanziaria e del debito sovrano, e al vertice della Bce a Francoforte c'era Mario Draghi.Glv