Fondazione Intesa Sanpaolo, cinque borse per dottorati umanistici

di Askanews

Milano, 27 nov. (askanews) - La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus ha assegnato anche per il 2021 cinque borse di studio destinate a dottorati in discipline umanistiche, per un ammontare complessivo di 375.000 euro. A essere premiate sono state le università di Catania, Chieti-Pescara, Macerata, Udine e Verona."Sono state consegnate anche quest'anno le borse di studio per i dottorati - ha detto ad askanews il presidente della Fondazione, Claudio Angelo Graziano - cinque da 75mila euro ciascuna. E' la quinta edizione e quest'anno abbiamo avuto una grande adesione dalle università: hanno partecipato in 29 con 56 progetti e non è stato facile per la commissione individuare i vincitori secondo i filoni che avevamo individuato. Da quelli più tradizionali sulla tutela dei beni culturali a quelli più attuali dedicati al tema dell'inclusione e della tecnologia e in generale dei nuovi linguaggi".La Fondazione Intesa Sanpaolo, nata nel 2008, è uno dei pilastri del sistema integrato di welfare del Gruppo bancario ed opera con finalità di contrasto al disagio economico e sociale in assistenza ai dipendenti in stato di difficoltà. "Ormai - ha aggiunto Graziano - la Fondazione rappresenta una realtà significativa del terzo settore e opera in tutte queste attività collegate alla solidarietà, al superamento dei bisogni dei singoli".E le premiazioni sono state anche l'occasione per fare il punto complessivo sull'impegno della Fondazione. "Nell'insieme in questi anni - ha concluso il presidente - sullo studio abbiamo erogato più di 8 milioni di euro e complessivamente l'intervento in questi anni è stato di 26 milioni, perché a fianco delle attività a favore dello studio e della formazione ci sono state tutte quelle a favore dei dipendenti e dei pensionati, nonché le iniziative di supporto ai progetti di solidarietà, compresi quelli per le mense dei poveri e dei dormitori".Anche questi sono aspetti della vita e dell'attività del gruppo bancario.