La rivoluzione del fintech cambierà il volto delle banche: ecco le opportunità di lavoro

Gli investimenti annui nel mondo ammontano a 26 miliardi di euro

La rivoluzione del fintech cambierà il volto delle banche: ecco le opportunità di lavoro
TiscaliNews

Quando si parla del settore finanziario di solito si parla di problemi: lo spread che sale, la crisi delle banche, il crollo delle borse. Gli aspetti positivi non fanno notizia. Un esempio lampante è il fenomeno del fintech, la rivoluzione tecnologica che nei prossimi anni cambierà profondamente la natura dei servizi finanziari. Secondo i dati della Banca d’Italia gli investimenti internazionali annui per lo sviluppo di progetti fintech ha toccato quota 26 miliardi di dollari.

Un fiume di denaro che sta creando opportunità di business ma anche di lavoro. Il punto più sorprendente è che non sempre le aziende riescono a trovare le risorse che cercano, a conferma che esiste uno scollamento tra formazione e mondo del lavoro. Quali sono i profili professionali che mancano? Un punto sullo stato dell’arte lo ha fatto Business Insider. Ecco quanto è emerso: 

Business development manager: secondo il quotidiano online si tratta “della versione moderna del commerciale”. “Figure che devono essere in grado di comprendere i trend del settore e avere un’elevata conoscenza tecnica dei prodotti e dei servizi offerti. La retribuzione annua “parte da una base di 40.000 e può arrivare a 81.000 euro per i professionisti con esperienza”.

Sviluppatori e programmatori: figure professionali che “devono conoscere i vari linguaggi di programmazione”. La retribuzione si aggira intorno ai 40 mila euro.

Project Manager: “si occupano della gestione dei progetti in ogni fase: dalla valutazione e pianificazione alla realizzazione e controllo. La retribuzione media si aggira tra i 50.000 e i 60.000 euro l’anno.

Legali: contrariamente alle attese c’è spazio anche per questi professionisti tradizionali che tuttavia “devono conoscere le innovazioni in atto nel mondo del fintech”. La retribuzione oscilla dai 44.000 ai 62.000 euro.

Data Scientist: professionisti “in grado di saper leggere e analizzare dati, traendone insight approfondite” ovvero informazioni utili al business delle aziende. Le retribuzioni possono superare i 50 mila euro annui.

Digital Marketing Manager: figure “in grado di elaborare elaborate strategie per attrarre i clienti online” per esempio “pianificando campagne di advertising su Google e sui Social media”. Gli stipendi partono dai 34.000 euro per arrivare oltre 60 mila per i professionisti più esperti.