Conti correnti, novità importanti da gennaio: ecco cosa cambia

Scatterà infatti il PSD2, meccanismo finalizzato a una maggior sicurezza. In sostanza per tutelare i nostri dati finanziari gli accessi al cc dovranno essere più sicuri e a prova di criminale informatico.

Novità per i conti correnti (Ansa)
Novità per i conti correnti (Ansa)
TiscaliNews

Importanti cambiamenti in programma per i conti correnti. Sta per scattare infatti il PSD2 per una maggior sicurezza. In sostanza per tutelare i nostri dati finanziari gli accessi al cc dovranno essere maggiormente  sicuri e a prova di criminale informatico.

La Ue ha voluto introdurre per questo una normativa tesa a impedire il trafugamento dei nostri dati e l’utilizzo fraudolento di essi.

Un sistema basato – riporta www.trend-online.com - su un'autenticazione forte. Tutte le banche si dovranno di conseguenza adeguare e fornire ai clienti le misure di sicurezza informatica più avanzate ed aggiornate. Dal prossimo anno dovremo, insomma, abituarci ad espressioni come autentificazione a due fattori e 3D Secure.

Cosa cambierà dal 1 gennaio?

In pratica, quando inseriremo la carta di credito in un POS, l'app della banca ci invierà una richiesta di conferma, e la conferma potrebbe essere condizionata a un riconoscimento biometrico. In questo modo nessuno potrà utilizzare di nascosto la nostra carta magnetica.

Non tutti gli istituti di credito sono pronti, ma in ogni caso il vecchio SMS ormai è da considerare superato e quindi dovranno attrezzarsi. Per cui prepariamoci a ricevere, tra non molto, qualche comunicazione della nostra banca con la richiesta di adesione alla nuova procedura. 

PSD2

La novità "si riferisce principalmente ai conti online ed ai pagamenti elettronici, ma anche ai nuovi servizi di pagamento offerti nell'area dell’e-commerce e dello shopping online dalle banche e da nuovi operatori di mercato", afferma il sito.

Più sicurezza per i conti correnti (Ansa)

Le novità

Le novità principali – stando a quanto spiega testualmente www.trend-online.comriguardano:

-i servizi di disposizione di ordini di pagamento online (Payment Initiation Services – PIS) che consentono di avviare un pagamento online tramite un prestatore di servizi di pagamento diverso da quello presso il quale si detiene il conto corrente;
-i servizi di informazione sui conti di pagamento online (Account Information Services – AIS) in base ai quali si possono ottenere informazioni aggregate su uno o più conti online detenuti anche presso istituti diversi;
-i servizi di conferma disponibilità fondi previsti nel caso di pagamenti effettuati con carte di debito emesse da un operatore diverso rispetto a quello presso il quale si detiene il conto (cioè il CISP).

Ma in sostanza cosa cambia per il cittadino?

Cambia molto – spiega il sito - Per esempio si potrà ottenere un finanziamento in pochi secondi. Inoltre grazie ad una semplice app potremo riassumere tutti i nostri dati finanziati. I nostri dati saranno in sicurezza, anche se noi siamo in continuo movimento: oggi con un semplice click possiamo pagare ovunque utilizzando il nostro smartphone o il nostro orologio.

Fondamentalmente PSD2 è una specie di camera blindata dei nostri dati, e impedisce ai malintenzionati di usarli in maniera fraudolenta. Per accedere al Conto corrente sarà necessario utilizzare un’autenticazione forte a due fattori. I clienti cioè dovranno accedere attraverso l’inserimento di dati che saranno combinazione di fattori differenti. Per semplificare – riporta www.trend-online.com - “Qualcosa che sei” (come l’impronta digitale o il riconoscimento facciale), qualcosa che hai (come l’orologio o lo smartphone), qualcosa che sai (come un codice o una parola chiave).