Chiusura sprint per Piazza Affari (+2,2%), spread scende a 297

Chiusura sprint per Piazza Affari (+2,2%), spread scende a 297
di Askanews

Milano, 16 ott. (askanews) - Chiusura sprint per Piazza Affari, in un contesto di forti acquisti anche sulle altre Borse europee e su Wall Street, in scia anche alle positive indicazioni arrivate dalle banche Usa. A Milano l'indice principale Ftse Mib ha guadagnato il 2,23% a 19.717 punti, miglior performance del Vecchio Continente. All'indomani dell'approvazione della manovra economica da parte del Governo, che hanno rinsaldato la coesione tra le due anime dell'esecutivo dopo l'impasse sulla pace fiscale, si è allentata la tensione sui nostri titoli di Stato. Lo spread è sceso sotto quota 300 punti, chiudendo in area 297, con il rendimento del Btp decennale al 3,46%.Tra le blue chip, sugli scudi Prysmian (+8,19%) dopo l'annuncio che il cavo di collegamento di energia tra Scozia, Inghilterra e Galles del progetto Western Link è pronto per entrare in funzione. In evidenza anche Ferragamo (+6,8%) e Ferrari (+6,62%). Giù alcuni titoli bancari che non partecipano al rimbalzo del mercato: Bper -0,86%, Banco Bpm -0,69%. Per le banche con la manovra arriverà un conto da 3,3 miliardi, a partire da una stretta delle deducibilità delle svalutazioni.Sul listino completo, in luce Astaldi (+13%), sulle speculazioni di un possibile accordo con Salini Impregilo (+3,19%), e Carige (+5,6%). Bene anche Tod's (+3,12%): il patron Diego Della Valle ha smentito qualsiasi ipotesi di vendita del gruppo da parte della famiglia.