Borse europee chiudono in netto rialzo, a Milano (+2,05%) crolla Unipol

Borse europee chiudono in netto rialzo, a Milano (+2,05%) crolla Unipol
di Askanews

Milano, 13 mag. (askanews) - Chiusura in deciso rialzo per le Borse europee, in recupero, assieme a Wall Street, dopo una settimana di pesanti vendite sui tutti i listini globali, preoccupati dall'andamento dell'inflazione e dalla guerra in Ucraina. Ad aiutare il rimbalzo le rassicurazioni del presidente della Fed Powell che ha respinto l'idea di aumentare i tassi di interesse di 75 punti base durante la prossima riunione politica della Fed. A Milano l'indice principale Ftse Mib ha guadagnato il 2,05% a 24.048,29 punti, il Cac40 a Parigi il 2,52%, il Dax a Francoforte il 2,12%.A Piazza Affari, seduta sugli scudi per Saipem (+9,29%), spinta anche dai rialzi del prezzo del greggio, mentre sono crollati i titoli Unipol (-8,25%) e UnipolSai (-3,17%) dopo la diffusione dei conti trimestrali e del nuovo piano industriale del gruppo. "La spiegazione che mi do io è che una parte del mercato, quella parte di investitori che hanno una matrice più da short term, da speculazione, abbia potuto speculare scommettendo sul cosiddetto accorciamento della catena", ha detto Carlo Cimbri nel corso della presentazione del piano al 2024. "Da tanto tempo e in più occasioni io dico che l'accorciamento della catena di controllo del Gruppo Unipol non è un tema all'ordine del giorno. Non è sul tavolo del cda e non lo sarà, perchè siamo soddisfatti dell'attuale assetto del gruppo".